I giovani riflettono sulla delicata questione partecipativa alle prossime elezioni, senza orientamenti partitici.

 

«Rivolgo un appello ai 18enni e a tutti i giovani: io credo che voi potete informarvi, potete pensare, potete discutere, potete farvi un’idea di quale direzione prendere e di cosa fare del vostro voto, il vostro primo voto! Un segnale di un’epoca nuova. Non cambierà tutto in una tornata elettorale; ma certo con l’astensionismo non si cambia niente!

Io ho fiducia che questa vostra generazione può reagire all’inerzia, allo scoraggiamento e all’individualismo, e dare un segnale a tutti gli adulti e alla classe politica e amministrativa di un rinascere del desiderio di partecipare, di contribuire al bene comune, di cercare vie per dare forma al “buon vicinato” che rende desiderabile vivere gli uni accanto agli altri e appartenere alla comunità». (da Mons. Mario Delpini, Messaggio per i tuoi 18 anni, gennaio 2018).

Accogliendo la provocazione e la sfida lanciata dall’Arcivescovo di Milano, il Centro Asteria in collaborazione con gli oratori del decanato Navigli, organizza un incontro cui sono invitati i giovani dai 18 ai 30 anni, per dialogare insieme alla vigilia delle elezioni politiche e regionali del prossimo 4 marzo.

Un “incontro-confronto” con e per i giovani, aiutati dal prof. Luciano Eusebi, docente ordinario di Diritto Penale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, per approfondire la delicata questione partecipativa e sciogliere nodi e domande circa l’attuale situazione politica, senza orientamenti partitici di sorta, con l’intenzione di ascoltare i giovani e appassionarli alla costruzione del bene comune.

L’incontro si terrà lunedì 26 febbraio 2018 h 20.45 presso il Centro Asteria, piazza Francesco Carrara 17, Milano.

Sono invitati tutti i giovani dai 18 ai 30 anni. Ingresso gratuito.

X