fbpx

gennaio, 2023

mer25gen10:00mer12:30Il centenario della tragedia di Smirne10:00 - 12:30

Biglietti

Aggiungi

- 0 +

- 0 +

Prezzo € 7,00

Biglietti Studenti -1 +

TOTALE € 7,00

Dettagli evento

Per richiedere “attestazione di presenza” devi eseguire il login o registrarti. Login | Registrati

Incontro con
Antonia Arslan, saggista e scrittrice
Vittorio Robiati Bendaud, rabbino, impegnato nel dialogo
ebraico-cristiano, filosofo e saggista

Il 13 settembre 1922 ha inizio il terribile l’incendio di Smirne. Un anniversario che va ricordato, per le terribili ripercussioni che ebbe sulle minoranze perseguitate dell’ex impero Ottomano

Tutti i giornali dell’epoca riportarono le cronache della distruzione della prospera e cosmopolita città di Smirne sulla costa turca dell’Egeo. Con il suo grande porto era un crogiolo di popoli diversi: in maggioranza greci, e poi turchi, armeni, levantini, ebrei, africani… Questo evento, spesso dimenticato, segna tuttavia il tragico punto di non ritorno per le minoranze perseguitate di quei territori (greci, armeni e assiri), già vittime di genocidio a partire dal 1915. In particolare, la popolazione greca (più di un milione di persone) che abitava in Asia Minore da millenni venne fatta oggetto di un inesorabile scambio di popolazioni: mentre vecchi, donne e bambini vennero lasciati partire, circa 40.000 uomini fra i 18 e i 40 anni furono avviati verso l’interno come forza-lavoro sottoposta a un trattamento inumano. Attraverso la testimonianza di uno dei pochissimi sopravvissuti, raccontata ne Il numero 31328. Il libro della schiavitù dello scrittore Ilias Venezis, Antonia Arslan ci aiuta a fare memoria di quei tragici eventi.

Orari

(Mercoledi) 10:00 - 12:30

Luogo

Centro Culturale Asteria

Piazzale Francesco Carrara, 17, 20141 Milano

Evento organizzato da

Centro AsteriaTel 02 8460919

X
X
X