fbpx

ENCICLICA LAUDATO SI’

29 aprile 2020

Secondarie di II grado

Incontro con Don Virginio Colmegna, presidente della Casa della carità
Introduzione di Daniela Padoan, scrittrice

L’uomo e la natura al centro dei modelli di produzione, della politica, delle piccole azioni quotidiane. Un incontro per cogliere in tutta la sua forza e attualità il concetto di “ecologia integrale”, cuore dell’enciclica di Papa Bergoglio.

Con l’Enciclica Laudato si’ Papa Francesco ha introdotto un cambio di paradigma teologico.
La centralità non è più assegnata all’uomo in quanto tale, ma alle creature, a tutto ciò che vive: esseri umani, animali, piante, ecosistemi.
In che modo l’enciclica modifica la nostra nozione di etica?
Cosa cambia se guardiamo all’essere umano – uomo e donna – non più come al padrone della Terra, ma come al custode della Casa comune?
Portando a compimento la predicazione francescana, il Papa propone una riflessione che investe i cardini filosofici della nostra civiltà.
Dopo aver denunciato le conseguenze catastrofiche dell’attuale sistema economico-finanziario, fondato sulla cultura dello scarto e sulla diseguaglianza, l’enciclica indica come orizzonte la giustizia sociale, ambientale e climatica, la cura del vivente, il diritto alla bellezza, la mitezza dei linguaggi.

Scrittrice, saggista e autrice radiotelevisiva, da anni si occupa di razzismo e dei totalitarismi del Novecento, con particolare attenzione alla testimonianza delle dittature e alle pratiche di resistenza femminile ai regimi.
Fra i suoi titoli: Come una rana d’inverno. Conversazioni con tre donne sopravvissute ad Auschwitz, Bompiani 2004 (premio Aqui Storia, seconda edizione 2018); Le pazze. Un incontro con le Madri di Plaza de Mayo, Bompiani 2005 (premio Nonino, seconda edizione 2019); Razzismo e noismo. Le declinazioni del noi e l’esclusione dell’altro (con il genetista Luigi Luca Cavalli-Sforza), Einaudi 2013. Il suo ultimo libro è Per amore del mondo. I discorsi politici dei premi Nobel per la letteratura, Bompiani 2018.

Ha condotto trasmissioni radiofoniche di approfondimento giornalistico per Radio1 Rai e realizzato documentari per la televisione, tra cui La Shoah delle donne (Rai3), Le Madri di Plaza de Mayo (Rai3), Il filo nero: dalle leggi razziali alla Shoah (Rai3, La Grande Storia), Via Lecco 9 – Rifugiati del Corno d’Africa a Milano (RaiNews24).

E’ presidente dell’associazione “Laudato si’ – Unalleanza per il clima, la Terra e la giustizia sociale” ed è tra i soci fondatori dell’Osservatorio Solidarietà e dell’Associazione Diritti e Frontiere (ADIF).

Don Virginio Colmegna nasce a Saronno il 1 agosto 1945. Ordinato sacerdote il 28 giugno 1969, nel settembre dello stesso anno consegue la licenza in teologia. A partire dal 1981 promuove diverse cooperative e comunità di accoglienza, principalmente nel campo della sofferenza psichica e dei minori. Nel 1982 entra nell’Ufficio vita sociale e lavoro della diocesi in qualità di assistente diocesano del Movimento dei lavoratori di Azione Cattolica. Negli stessi anni diventa vicepresidente del Coordinamento nazionale delle comunità di accoglienza. Nel 2002, il cardinal Martini, prima di lasciare Milano, desideroso di creare un luogo in cui la città esprimesse un’attenzione particolare agli ultimi, fonda la Casa della carità e nomina presidente di questa Fondazione don Colmegna. Il 31 dicembre 2004 don Colmegna lascia la direzione della Caritas Ambrosiana per dedicarsi a tempo pieno alla Fondazione Casa della carità di cui tuttora si occupa.

Nel 2005 diventa presidente del progetto Equal “Sviluppo territoriale del welfare di responsabilità” e nel 2006 presidente del Centro ambrosiano di solidarietà.

Video Archivio Don Virginio Colmegna

Materiale didattico

Il materiale didattico è in via di ultimazione. Per info o dettagli contattare l’ufficio scolastico allo 028460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

X