Sultana Razon Veronesi racconta la sua storia al Centro Asteria.

Tra i numerosi eventi previsti per il Mese della Memoria, il Centro Asteria il 22 gennaio presenterà una testimonianza d’eccezione con Sultana Razon Veronesi.
Sopravvissuta al campo di concentramento di Bergen Belsen,  e prima ancora ai campi di Ferramonti e Fossoli,  decide con determinazione di dedicare la sua vita ai bambini.
Con sacrifici e fatiche, riuscirà in medicina con specializzazione in pediatria e lavorando come medico pediatra per più di quarant’anni, con la forte volontà di sollevare i bambini dalle loro sofferenze.
Con i figli non parlerà della sua dolorosa infanzia, ma scriverà per far luce sulla verità e concorrere a impedire che l’umanità giunga ancora a simili follie.
La testimonianza sarà accompagnata da un approfondimento storico-sociologico a cura del professore Andrea Bienati.

In occasione di questo importante incontro, il Centro Asteria inaugurerà la mostra d’arte “Il principio della Speranza – Un nuovo Mondo: una raccolta di opere innovative e d’avanguardia, che desidera ampliare i limiti del colloquio in materia dell’olocausto .
La mostra, coordinata da Orit Yaghoubzadeh, consiste in varie opere di artisti israeliani, tra cui quelle di Bosmat Niron – artista di fama internazionale e curatrice della mostra stessa – realizzate con diverse tecniche, comprendendo fotografie, opere in legno e ferro e sculture in marmo.

La mostra è aperta gratuitamente al pubblico negli orari 14.00-20.00 (escluso il martedì) dal 18 al 30 gennaio 2018.

Per maggiori informazioni:

www.nironbosmat.com
oritkashani@gmail.com

SEGRETERIA CENTRO ASTERIA
Tel. 028460919
cultura@centroasteria.it

X