GROSSETO

TOSCANA

GROSSETO

TOSCANA

UN'ESTATE ALL'INSEGNA
DELLA CULTURA
E NUOVE CONOSCENZE

PRONTO A PARTIRE?

Scopri gli altri atelier

ATELIER
DELLE ARTI

STORIA, NARRAZIONE, ESPERIENZA.

direzione Alessandro Vergni

Storia è una delle parole più diffuse e meno comprese del nostro tempo. Ho avuto una storia, ho fatto una storia, ho fatto la storia. Se dovessimo definire quali sono gli elementi che rendono una storia storia e non un semplice elenco di fatti, se volessimo spiegare perché attribuiamo al termine storia un valore tanto importante, forse ci troveremmo senza parole.

I grandi narratori, invece, sono quelli che, meglio di altri, ne intuiscono il perché e sanno tradurre in parole l’esperienza dell’uomo. Quando ci imbattiamo in certi racconti, in certi romanzi, in certi articoli o in certi film, avvertiamo che qualcosa muta anche nella nostra storia personale, sentiamo cioè che essa viene illuminata, per così dire, da una luce di speranza.

Il lavoro che ci attende all’Atelier delle Arti della Maremma 2022 metterà a tema proprio il rapporto tra l’esperienza e le parole, provando a comprendere come questo rapporto risuona in noi. Capiremo meglio quali sono gli elementi che rendono una storia degna di questo nome, quali sono i segreti dell’arte del narrare; indagheremo quella luce che si accende su di noi, e dentro di noi, quando un bel giorno, chissà perché, gli occhi si inchiodano su quella riga di quel libro o su quel frame di quel video..

Tre giorni dedicati a docenti, studenti e appassionati. Laboratori di lettura, di scrittura e dialoghi in compagnia di maestri che ci guideranno al cuore di questa scoperta. Con Davide Rondoni, Giovanni Covini, Nicola Bultrini, Filippo La Porta e Gianfranco Lauretano. Manchi solo tu.

GROSSETO

TOSCANA (GR)

dal 2 al 4 settembre 2022

L'atelier è aperto a docenti, studenti, scrittori e appassionati di arti e poesia

SISTEMAZIONE

Pensione Completa

Fattoria LA PRINCIPINA

QUOTA

Residenziale

Camera Singola € 300*

Camera Doppia € 250*

Studenti Under 25 € 200*

Le quote comprendono il pranzo e cena di venerdì, pranzo e cena di sabato.
Per chi ha la camera anche la colazione. Non è compreso il pranzo della domenica.
Le quote sono un contributo di partecipazione e che comprendono il costo di iscrizione all'Associazione Arte Fran Ets

Non residenziale

Partecipanti € 150*

Le quote comprendono il pranzo e cena di venerdì, pranzo e cena di sabato.

ISCRIZIONE

PROGRAMMA

potrebbe subire variazioni

2 settembre

11.00
Filippo La Porta “Per la letteratura, contro l’ossessione dello storytelling”

15.00
Gianfranco Lauretano “War can’t be put in a book . Beppe Fenoglio”.

21.30
Davide Rondoni “Passione per la realtà in Pier Paolo Pasolini”

3 settembre

10.00
Andrea Monda “Il racconto come via di salvezza”

15.00
Nicola Bultrini “Il poeta va alla guerra. Giuseppe Ungaretti”

21.30
Giulia Merelli Reading

4 settembre

10.00
Giovanni Covini “Che tu lo voglia o no. Scrivere a due passi dal Paradiso”

SARANNO PRESENTI

Davide Rondoni, poeta
Gianfranco Lauretano, poeta
Giovanni Covini, videomaker
Nicola Bultrini
, scrittore
Filippo La Porta, saggista e critico letterario
Andrea Monda, direttore de L’Osservatore Romano
Giulia Merelli, attrice

Giulia Merelli

Giulia Merelli (Tolentino, 1988) è attrice marchigiana, vive a Macerata dove insegna religione e teatro. Dopo la laurea in Lettere Classiche all’Università di Perugia e il diploma come “Attore-Performer” presso il T.S.U. Teatro Stabile dell’Umbria con C.U.T. di Perugia, corso di Alta Formazione specializzato in scrittura scenica, ha lavorato con A. Gassman e il teatro Bellini di Napoli, poi nei teatri milanesi. Nelle Marche sta lavorando a un metodo pedagogico teatrale chiamato “Anima”, si intreccia con Scienze religiose, corso di laurea concluso con una tesi esplicativa del metodo e dei fondamenti teologici che stanno alla base del teatro. Con questo metodo ha realizzato, come drammaturga, regista e interprete, diversi spettacoli e conduce laboratori in contesti sensibili e nella relazione di aiuto. Nella scuola, ha conseguito per il progetto di teatro digitale “Paradise Game”, realizzato con le classi IV e V della primaria di San Ginesio (MC), il primo premio nazionale al VII concorso “Bibbia e poesia” 2021, promosso dall’associazione laica Biblia, in occasione dell’Anno dantesco.

Davide Rondoni

Poeta e scrittore, ha pubblicato diversi volumi di poesia, di cui l’ultimo La natura del bastardo (Mondadori 2016, Premio Frascati e Premio Napoli 2018); ha vinto alcuni tra i maggiori premi di poesia.  È tradotto in vari paesi del mondo in volume e rivista. Collabora a programmi di poesia in radio e tv (Rai, Sky, tv2000, San Marino RTV) alla scrittura di film (sceneggiatura del film Il vegetale del regista Gennaro Nunziante).

Mostre high-tech experience e ad alcuni quotidiani come editorialista. Ha fondato il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna e la rivista «clanDestino». Suoi recenti volumi di saggi sono: L’infinito. Lo strano bacio del poeta al mondo, sulla poesia l’Infinito di Giacomo Leopardi (2019), Noi, il ritmo. Taccuino di un poeta per la danza (e per una danzatrice) (2019), L’allodola e il fuoco (2017). È autore di teatro e di traduzioni (Baudelaire, Rimbaud, Péguy, Jimenez e altri). Ha pubblicato anche per la narrativa: I bambini nascono come le poesie (2006), Hermann (2010), Gesù (2013), Se tu fossi qui (2015, Premio Andersen ragazzi over 15), E se brucia anche il cielo (2015), Il bacio di Siviglia (2016) e Best della grande palude (2018).

Gianfranco Lauretano

Gianfranco Lauretano è nato nel 1962, vive a Cesena. Gli volumi di poesia sono Occorreva che nascessi (Marietti, Milano 2004), Questo spentoevo sta finendo (Alla chiara fonte, Lugano, Svizzera, 2013), Di una notte morente (Raffaelli, Rimini 2016), Rinascere da vecchi (Puntoacapo, Alessandria 2018) e le traduzioni dal russo Il cavaliere di bronzo di Aleksandr S.Puškin (Raffaelli, Rimini 2003) e La pietra di Osip Mandel’štam (Il Saggiatore, Milano 2014). Svolge attività di critica letteraria su periodici e quotidiani e pubblicato i volumi monografici La traccia di Cesare Pavese, (Rizzoli, Milano 2008), Incontri con Clemente Rebora (Rizzoli, Milano 2013), Guido Gozzano. Il crepuscolo dell’incanto (Raffaelli, Rimini 2016), Federigo Tozzi, Una rivelazione improvvisa (Raffaelli, Rimini 2020), Beppe Fenoglio, la terra, le opere, la guerra (Ares, Milano 2022). Dirige la collana “Poesia contemporanea” e l’ “Almanacco dei Poeti e della Poesia Contemporanea” (Raffaelli).

Filippo La Porta

Critico e saggista. Scrive regolarmente su “Repubblica”, “Il riformista” e sul settimanale “Left”
Insegna alla Scuola Holden e in altre scuole di scrittura corsi di introduzione ai generi letterari.
Abilitato all’insegnamento universitario di letteratura italiana moderna e contemporanea come professore associato.

Delle sue innumerevoli pubblicazioni citiamo soltanto:
La impossibile cura della vita. Tre medici-scrittori: Cechov, Céline, Carlo Levi, Castelvecchi 2021
Come un raggio nell’acqua. Dante e la relazione cn l’altro, Edizioni Salerno 2021
Eretico controvoglia. Nicola Chiaromonte, una vita tra giustizia e libertà, Bompiani 2019
ll bene e gli altri. Dante e un’etica per il nuovo millennio Bompiani 2018
Disorganici Maestri involontari del 900, Edizioni di storia e letteratura 2018
Poesia come esperienza.Una formazione nei versi, Fazi 2013
Roma è una bugia, Laterza 2012
Pasolini, Il Mulino 2012
La nuova narrativa italiana, Bollati Boringhieri 1995

Giovanni Covini

Giovanni Covini Nato a Milano nel 1968, si diploma in Regia presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. Dopo diverse esperienze di lavoro cinematografico a contatto con realtà della tossicodipendenza e alcolismo, nel 2005 vince il David di Donatello e nel 2006 il Nastro d’Argento Miglior Corto con il documentario Un inguaribile amore, documentario di 16’. Nel 2007 gira il mediometraggio A tutto quello che si muove e sempre lo stesso anno il mediometraggio Nella città che cambia. Nel 2012 pubblica Le ferite dell’Eroe per Dino Audino Editore, testo didattico sulla costruzione del personaggio e la struttura della storia. Nel biennio 2017/2018 gira il lungometraggio Who’s Romeo, selezionato a numerosi festival nazionali ed internazionali. Dal 2000 tiene workshop in diverse aziende utilizzando le tecniche dello storytelling per percorsi di team building. Lavora come acting coach per la preparazione di attori ai provini per film nazionali e internazionali, è story analist e tiene diversi workshop in Italia sulle strutture narrative, la costruzione del personaggio e su elementi di regia cinematografica.

Nicola Bultrini

NICOLA BULTRINI (1965), ha pubblicato le raccolte di versi: Vetro (Interno Poesia 2022), 64 Sonetti (Fuorilinea 2021), La forma di tutti (CapireEdizioni 2019), La specie dominante (Aragno 2014), La coda dell’occhio (Marietti 2011), I fatti salienti (Nordpress 2007), Occidente della sera (nell’ VIII Quaderno Italiano di Poesia Contemporanea, Marcos y Marcos 2004). Con Mauro Cicarè ha pubblicato La grande adunanza (CapireEdizioni 2018), la prima graphic novel dedicata al mondo della poesia. Scrive per i quotidiani “L’Osservatore Romano” e “Il Tempo”. È presente nelle antologie: Braci, poesia italiana contemporanea (Bompiani 2021), Almanacco dei poeti e della poesia contemporanea (Raffaelli 2016), Sulla scia dei piovaschi – poeti italiani tra due millenni (Archinto 2015), Quadernario blu (Lietocolle 2012). È autore di vari saggi, tra cui Con Dante in esilio – la poesia e l’arte nei luoghi di prigionia (Ares 2020); con Lucio Fabi Pianto di pietra – la grande guerra di Giuseppe Ungaretti (Iacobelli Editore 2018).

Andrea Monda

Andrea Monda (1966), attuale direttore de L’Osservatore Romano, il quotidiano della Santa Sede, ha all’attivo diverse pubblicazioni dedicate all’universo tolkieniano (tra cui L’anello e la croce, Significato teologico del Signore degli Anelli, 2013; J.R.R. Tolkien. L’imprevedibilità del bene, 2021). Dalla sua lunga esperienza come insegnante di religione e dall’omonimo docu-reality per Tv2000 ha tratto Buongiorno Professore (2017), e Raccontare Dio oggi (2018). E’ appena uscito il volume da lui curato Papa Francesco, La grande tessitura del mondo. Dialogo più voci con i grandi protagonisti della cultura su racconto come via di salvezza (Lev-Salani).

A chi lo richiede, verrà rilasciato un attestato per attività formativa.
Ai docenti l’attestato di partecipazione con il riconoscimento delle ore di frequenza, valide come aggiornamento docenti e riconosciute dal MIUR
Le quote comprendono l’iscrizione al corso, pensione completa dal pranzo del 1° giorno al pranzo dell’ultimo giorno, stanza singola  (per alcune strutture è possibile la doppia)
Per le attività e la struttura di ospitalità e residenza sarà assicurata l’osservanza alle norme previste per l’emergenza sanitaria.

È possibile iscriversi utilizzando la Carta del Docente e APP18 con l’aggiunta del 22% (IVA) alla quota di partecipazione

VIVI UN'ESTATE CON NOI

Chiamaci o scrivici per info

a cura di

patrocinio e contributo di

in ambito

event partner

in collaborazione con