ITINERARI STORICO ARTISTICI

a cura dell'archeologo Lodovico Zana

Milanese, laureato in Lettere, indirizzo classico, con lode presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, consegue il Diploma di specializzazione in Archeologia con lode presso l’Università degli Studi di Milano. È docente di Italiano, Latino, Storia-Geografia, Storia dell’Arte nel Liceo Classico e Scientifico Sperimentale dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Treviglio (BG) dal settembre 1992. Ha svolto varie attività di collaborazione (scavi, schedatura materiali, ecc.) con le Soprintendenze archeologiche della Lombardia e del Piemonte. Ha realizzato diverse pubblicazioni su argomenti archeologici.

H. 15

Ritrovo sul luogo della visita

€ 12 comprensiva del noleggio dell’audioauricolare personale
+ ingresso ai musei

Su prenotazione si possono organizzare gite di classe

Per richiedere "attestazione di presenza" devi eseguire il login o registrarti. Login | Registrati

OBIETTIVI

La finalità principale è quella di promuovere la conoscenza del Patrimonio storico artistico presente nella nostra città per trasmetterlo anche alle giovani generazioni e sollecitare così una più consapevole cultura della tutela artistica, secondo quanto previsto dalla Costituzione Italiana tra i suoi principi fondamentali

MIUR

Con decreto ex l’art 5 Direttiva 90/2003 RU 7216 del 7 luglio 2011il  Centro Culturale Asteria è stato riconosciuto dal MIUR come soggetto accreditato per la Formazione del personale della scuola. Pertanto la partecipazione agli eventi o ai Corsi di aggiornamento gode di riconoscimento ministeriale ai fini della formazione in servizio ed i docenti che intendono parteciparvi possono usufruire dell’esonero dal servizio alle consuete condizioni

FORMAZIONE

Per il ciclo di incontri “Milano Arte” il Centro Culturale Asteria rilascia agli studenti un’attestazione di frequenza valida ai fini del riconoscimento dei crediti formativi

Percorso 2023 - 2024

2023 anno Manzoniano

Pochi scrittori sono legati alla propria città come Manzoni con Milano. Non si capirebbe Manzoni senza Milano e Milano sarebbe un’altra città senza Manzoni. E questo perdura anche oggi, nonostante Milano sia una delle città al mondo che più ha cercato di offendere se stessa e le proprie memorie.

A 150 anni dalla morte del grande scrittore, ci sembra quanto mai significativo tornare alla scoperta della Milano in cui egli ha vissuto e della Milano che egli ha descritto nelle immortali pagine del suo romanzo. La prima edizione de “I promessi sposi” è del 1827. L’ingresso di Renzo a Milano avviene l’11 novembre del 1628. Quasi duecento anni separavano i fatti del romanzo dal suo autore e quasi altrettanti (ne mancano ormai solo quattro a celebrare il bicentenario) separano noi da lui. Ce lo immaginiamo seduto nel suo studio al pianterreno di via Morone, mentre alimenta l’ispirazione guardando verso le piante cui, con amorevole cura, accudisce quotidianamente  nel giardino sul quale si affaccia la sua finestra. Un uomo normale, con una famiglia normale, che conduce una vita normale. Non è così che in genere ci immaginiamo gli scrittori, soprattutto a partire dal quel Romanticismo di cui Manzoni è celebrato come uno dei massimi esponenti (forse non troppo correttamente, data la sua formazione razionale e illuminista).

Ma è di questa “normalità” del genio (con la sua conseguente umiltà) di cui oggi necessitiamo come il pane, ormai stomacati – è vocabolario suo – da quanto, della cultura e non solo, “deve” per forza essere sopra le righe.

Equilibrio, misura, acutezza di giudizio, ma anche comprensione per ogni uomo e per le sue debolezze: questo è Alessandro Manzoni, don Lisander per noi milanesi.

PER LE SCUOLE

Organizza la tua visita guidata scegliendo tra i percorsi qui sotto!

STUDENTI € 10 con auricolari
Sono esclusi gli eventuali ingressi ai musei

Visite Guidate su richiesta da concordare

E disponibile anche la versione in conferenza presenza/streaming

Un percorso per il centro di Milano che si svolge su due piani: la ricostruzione dell’itinerario di Renzo –dal Forno delle Grucce al Lazzaretto, e i luoghi più importanti dove visse e operò il grande scrittore: piazza e chiesa di San Fedele, casa di Manzoni (non è compreso il museo Manzoniano)

Visita alle basiliche di Sant’Eustorgio (vero compendio della storia medievale della città) e di San Vincenzo in Prato, gioiello dell’arte benedettina. L’itinerario si può concludere con uno sguardo a piazza dei Mercanti, centro politico e amministrativo della Milano comunale.

Due tour a scelta, personalizzabili, tra i due luoghi simbolo dell’800 milanese: Il Museo a Villa Reale di via Palestro e il Cimitero Monumentale, luogo ricco di storia e arte ottocentesca.

Itinerario completamente dedicato alla visita della Basilica di Sant’Ambrogio, ricca di straordinari tesori d’arte, senza tralasciare uno sguardo al monastero benedettino che vi sorse accanto, oggi sede dell’Università Cattolica, e del celebre Sacello di San Vittore in Ciel d’oro, con i suoi mosaici, tra i quali compare il più antico ritratto di Ambrogio.

Da Maria Teresa d’Austria a Napoleone
Visita al Teatro alla Scala ai Palazzi Belgioioso, Serbelloni, Rocca Saporiti e alla Villa Reale di via Palestro, per concludersi con l’Arco della Pace e l’Arena Civica.

Visita alla Basilica di San Fedele (fondata da San Carlo come prototipo della basilica post Concilio di Trento) e alla Chiesa di San Barnaba, tipica del periodo. A seconda del tempo a disposizione si aggiunge la chiesa di Santa Maria della Passione o Santa Maria dei Miracoli

Visita alle Colonne e alla basilica di San Lorenzo, ai resti della torre romana del Carrobbio, proseguendo con il circo e ciò che rimane del Palazzo imperiale, per concludere al Museo Archeologico, con le mura imperiali è il plastico ricostruttivo della città, che fu capitale dell’Impero romano dal 290 al 402.

Visita alle Chiese di Santa Maria presso San Satiro, San Maurizio e Santa Maria delle Grazie: il filo conduttore, oltre alle principali architetture bramantesche, è costituito dagli ambiti in cui Leonardo operò alle dipendenze degli Sforza.

Data

Titolo

Colore

Post Date

febbraio 2024

Nessun Evento

Data

Titolo

Colore

Post Date

marzo 2024

Nessun Evento

Data

Titolo

Colore

Post Date

aprile 2024

dom14apr15:00Bergamo15:00