fbpx

giugno, 2021

ven18giu20:0022:00Evento TerminatoVictor e Frankenstein20:00 - 22:00 Tipo di evento:Cultura,Residenze Artistiche,Teatro

Biglietti

I biglietti di questo evento non sono più disponibili per la vendita!

Dettagli evento

Riapre il sipario del Centro Asteria: chi è di scena? La nostra storia, il nostro passato, le nostre scelte e, inevitabilmente, il nostro futuro. Dall’11 al 24 giugno 2021, il Centro Asteria apre le porte a tre giovani compagnie di artisti under 35, vincitori del bando 2020 per le residenze artistiche “Nuovi sguardi” e protagonisti del Festival Nuovi Sguardi 2021, all’interno del quale metteranno in scena tre spettacoli teatrali di nuova produzione, secondo il genere Edudrama.

L’Edudrama, vero e proprio genere teatrale, concepito nella sua struttura drammaturgica e nella sua realizzazione registica per interrogare il passato con le domande dell’oggi, è da sempre sostenuto dal Centro Asteria e da Paola Bigatto, attrice, regista e formatrice teatrale; l’Edudrama nasce come genere teatrale in alleanza con l’attività di formazione scolastica, ma nel tempo si è rivelato un efficace vettore di conoscenze, informazioni ed emozioni, anche per tutto quel pubblico che ha a cuore tematiche universali, etiche, filosofiche, legate alla memoria storica, alle problematiche ambientali, conducendo il pubblico in una riflessione profonda e attuale.

I tre appuntamenti del Festival Nuovi Sguardi verteranno su differenti temi, scelti e approfonditi dai giovani artisti durante la fase di residenza teatrale, grazie al supporto di Massimiliano Speziani, attore e formatore teatrale, e di Paola Bigatto, che hanno contribuito alla realizzazione degli spettacoli in qualità di Tutor.

Per celebrare insieme agli spettatori la riapertura dei teatri e la stagione in presenza del Centro Asteria, sarà possibile, per chi lo volesse, partecipare a un brindisi di benvenuto prima dell’evento alle ore 19.00.

Victor & Frankenstein | Festival teatrale nuovi sguardi

Compagnia Odestrasse

Liberamente ispirato a Frankestein, or the modern Prometheus, di Mary Shelley

regia Marco Ciccullo e Cornelia Miceli
supervisore e tutor del progetto Massimiliano Speziani
con Marco Ciccullo, Enrico Ravano, Edoardo Rivoira
movimenti di scena Cornelia Miceli
luci/audio Giovanni Tammaro

Letteratura | Doppio-Corporeità | Uomo-natura

È possibile vivere per sempre? Da dove viene il principio della vita? Victor è un giovane come tanti, affamato di vita, curioso, forte e ambizioso. Non teme la morte, la sfida. Ma cosa succede quando cerchiamo di superare i limiti della natura? Victor e Frankenstein: così diversi e così indissolubili, tanto da non riuscire a distinguere la creatura dal suo creatore, il “demone” dall’umano. Sul palco ci sono tre creature, esperimenti giovanili di Victor Frankenstein, sopravvissute al loro creatore. Vivono sole, ai confini del mondo, esiliate dall’essere umano a causa della loro deformità. Da secoli, non fanno altro che riflettere sulla loro condizione esistenziale: l’immortalità. Come descrivere la solitudine che sentono? Che senso ha questa eterna esistenza che stanno vivendo? Ci vorrebbe qualcun altro con cui condividere il peso di questi ricordi. Ma chi? il pubblico? Potrebbe essere questo un modo per ricucire il rapporto tra il “demone” e l’essere umano? Forse, condividendo la loro storia, potrebbero finalmente liberarsi dal fardello che li tormenta.

Orari

(Venerdi) 20:00 - 22:00

Luogo

Centro Culturale Asteria

Piazzale Francesco Carrara, 17, 20141 Milano

Evento organizzato da

Centro AsteriaTel 02 8460919

Linee guida sulla salute per questo evento

Richiesta la mascherina
Distanziamento di sicurezza
X
X