fbpx
Banalità del Male

Lo spettacolo "La Banalità del Male" per la Giornata della Memoria

Spettacolo teatrale disponibile in streaming fino al 31 gennaio

A 76 anni dalla liberazione dei campi di concentramento, il mondo continua a ricordare. Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria e il Centro Asteria vuole proporvi l’occasione di riflettere su ciò che è accaduto attraverso lo spettacolo teatrale “La Banalità del Male“, di e con Paola Bigatto, tratto dal saggio di “Hannah Arendt”.

s. La Banalità del male

LA BANALITÀ DEL MALE

Spettacolo teatrale di e con Paola Bigatto, per approfondire il celebre saggio della filosofa tedesca, Hannah Arendt, dimostrando come il male spesso nasca dalla mancanza di idee e dall’inerzia del pensiero.

fino al 31 gennaio

Biglietto scontato €8

Quella lontananza dalla realtà e quella mancanza di idee possono essere molto più pericolose di tutti gli istinti malvagi che forse sono innati nell’uomo.

Hannah Arendt

Lo spettacolo

La banalità del male

Sinossi

11 aprile 1961: a Gerusalemme inizia il processo a Otto Adolf Eichmann, il tenente colonnello delle SS che durante il nazismo si occupò dell’organizzazione logistica dello sterminio. Hannah Arendt segue le centoquattordici udienze come inviata del “The New Yorker”, e nel 1963 dà alle stampe La banalità del male, dove raccoglie e rielabora gli articoli scritti per la rivista.

L’attrice Paola Bigatto trasforma il saggio in una lezione, immaginando che Hannah Arendt, professoressa di filosofia politica all’università di Chicago nell’autunno del 1963, consegni ai suoi allievi i temi filosofici e le notizie storiche di cui è ricca La banalità del male, insieme ai temi etici che caratterizzano il testo: l’obbedienza come alibi di coloro che hanno di fatto appoggiato la scelta dello sterminio, la capacità di pensare come unico antidoto al male banale: la riflessione e la formazione di una coscienza etica amplificano la percezione della nostra libertà e della nostra possibilità di attuare il bene.

Biografia Paola Bigatto

Diplomata alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi e laureata in filosofia presso l’Università di Genova.

Ha lavorato con i principali registi per i più prestigiosi enti teatrali italiani, debuttando con Giancarlo Cobelli.

È attrice in una lunga serie di spettacoli diretti da Luca Ronconi, tra cui Gli ultimi giorni dell’umanità di K.Kraus; Il sogno di A.Strindberg, Quel che sapeva Maisie di H James. Ha recitato con il Teatro delle Albe di Ravenna in Sterminio di W.Schwab.

È allieva e collaboratrice della drammaturga Renata Molinari, con la quale ha realizzato Passi (CRT-ETI e Teatro di Roma), un percorso a piedi da Piacenza a Roma lungo la via Francigena.

Nel 2003 debutta in La banalità del male da Hannah Arendt, monologo ancora oggi in scena. Insegna dizione poetica e recitazione presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, presso L’Accademia teatrale Nico Pepe di Udine e la Scuola del Piccolo Teatro di Milano.

Informazioni

Lo spettacolo sarà disponibile dal 25 gennaio fino al 31 gennaio (compreso). E’ possibile acquistare il biglietto tramite pagamento PayPal, Bonifico Bancario o Carta del Docente/18APP:

  • Con pagamento PayPal, riceverai entro breve il link tramite email a seguito della transizione.
  • Con Bonifico Bancario, riceverai il link a seguito della verifica dell’effettivo versamento (o a seguito della ricezione della ricevuta di pagamento, da inviare a [email protected])
  • Con Carta del Docente/18APP, riceverai il link a seguito dell’invio del voucer a [email protected]

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

X
X