fbpx

Mai mollare – Il battito sordo di Mauro Grotto

Mai mollare

Il battito sordo di Mauro Grotto

Regia Luca Rodella
Con Stefano Annoni
Video e Light design Giovanni Tammaro

17 MAGGIO
ore 19.30

Biglietto intero: €15
Biglietto studenti: €12 (docenti accompagnatori gratuiti)
Biglietto gratuito per disabilità

Sarà presente il sala il calciatore della nazionale sordi Mauro Grotto
Lo spettacolo teatrale sarà accessibile mediante sovratitolazione

Al termine dello spettacolo, a fronte di una piccola integrazione, sarà possibile fruire di un momento conviviale in compagnia del cast

 

L’evento rientra nel calendario delle iniziative per i festeggiamenti del 170° del Pio Istituto dei Sordi

La storia di un uomo che, attraverso il calcio, ha superato gli ostacoli della sordità, vivendo una vita da campione

 

 

Sinossi

Lo spettacolo racconta la vita di Mauro Grotto, calciatore della nazionale sordi.
Il filo conduttore di questo viaggio è la potente spinta vitale che porterà costantemente Mauro a lottare contro l’isolamento causato dalla sua sordità, una condizione che ha radicalmente cambiato la sua vita durante l’adolescenza. Questa determinazione lo porta alla scoperta del calcio: un mondo che diventa per Mauro una nuova scuola di vita, attraverso momenti d’intenso calore negli spogliatoi, battaglie sul campo per integrarsi con compagni sia udenti che non, vittorie e sfide contro sé stesso, soprattutto. L’attore Stefano Annoni, sotto la direzione del regista Luca Rodella, interpreterà questo monologo inedito, in prima nazionale basato su interviste condotte a Mauro Grotto, utilizzando elementi scenici che ci guideranno attraverso i luoghi significativi della sua vita. Una vita affrontata sempre con il mantra “mai mollare”: un battito sordo, ma forte e potente come il suono di un tamburo, che lo ha sempre spinto a non arrendersi, a non accettare una vita in panchina, ma a viverla da campione.

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@entroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Ateliers delle Arti 2024

Ateliers delle Arti 2024 - Arte e Formazione

Torna anche quest'estate una nuova edizione degli Ateliers delle Arti, ancora più ricca delle precedenti, all'insegna di bellissime esperienze immersive

ATELIERS DELLE ARTI 2024

Anche per quest’anno, l’arte sarà la vera protagonista dei cinque Ateliers delle Arti 2024, in cui i partecipanti condivideranno tre giorni a stretto contatto con giovani appassionati, artisti professionisti, docenti e maestri, lasciandosi trasportare dalla bellezza e dall’atmosfera dei luoghi che ci accoglieranno.

Un’esperienza residenziale unica per aggiornarsi sul mondo artistico attuale, acquisendo nuovi spunti utili per l’insegnamento, con la possibilità  di ottenere il riconoscimento delle ore di attività presso il MIUR.

Le mete degli Ateliers 2024

Destinatari

Gli appuntamenti previsti dagli Ateliers delle Arti 2024 sono rivolti a docenti, studenti e tutti coloro che amano l’arte nelle sue diverse declinazioni e che desiderano aggiornarsi e discutere delle sue molteplici forme espressive insieme a Maestri e ad Artisti.

Formazione MIUR | Docenti

I docenti che desiderano partecipare a un appuntamento (o più di uno) degli Ateliers delle Arti 2024 potranno richiedere e ricevere dal Centro Asteria l’Attestato di Formazione riconosciuto dal MIUR.

Come partecipare?

Clicca sull’Atelier di tuo interesse e contatta direttamente l’ente organizzatore tramite email. Ti verranno fornite tutte le indicazioni su costi, pernottamento e dettagli del programma.

Per info su costi e modalità di partecipazione scarica la brochure!

Carta del Docente | 18APP

Gli Ateliers delle Arti sono spendibili con Carta del Docente e Bonus 18APP. 
Contatta direttamente il Centro Asteria SOLO se vuoi utilizzare queste forme di pagamento, per qualsiasi Atelier delle Arti proposto.
Richiedi informazioni a prenotazioni@centroasteria.it oppure iscriviti compilando il form QUI.

Facciamo Rete!

“L’unione fa la forza” è una regola che vale in tutti i campi.

Essendo gli Ateliers delle Arti 2024 degli eventi estesi in diversi luoghi a livello nazionale, sono realizzati grazie alla collaborazione con:

Castelmola

A cura di Centro di poesia contemporanea di Catania

Grosseto | Leggere e raccontare il mondo

direzione Alessandro Vergni

L'Aquila | Prosa, poesia, tecnica e ispirazione

direzione artistica: Davide Rondoni, Roberto Biondi, Marco Rotilio

Policoro | Atelier del non detto

direzione Davide Rondoni, Pino Suriano, Susy Benevento e Andrea Borraccia

Tutti gli Ateliers delle Arti sono realizzati in collaborazione con Fondazione Claudi.

Hai delle domande?

Cinema Asteria - cineforum

Cineforum Asteria: c’è una novità!

Cineforum 2024: tante novità fino a giugno!

Nuovi titoli e... un giorno in più per godersi il cinema 🍿

CINEFORUM 2024 – Sempre più ricco di appuntamenti! 🎬

Continuano le proiezioni del nostro Cineforum settimanale fino a inizio giugno.

Dal 18 marzo c’è una novità: film anche il lunedì sera (ore 20) in lingua originale con sottotitoli in italiano!

Altri 10 titoli selezionati tra le ultime uscite si aggiungono alla rassegna cinematografica settimanale che ci accompagnerà fino a giugno.

CINEMA ASTERIA: NUOVI FILM FINO A GIUGNO

30 aprile
h. 15 e 20.45 

Biglietto:  € 6,50 

PERFECT DAYS

7 maggio
h. 15 e 20.45 

Biglietto:  € 6,50 

ONE LIFE

13 maggio
h. 20 v.o. sott. ita

14 maggio
h. 15 e 20.45 

Biglietto:  € 6,50 

THE HOLDOVERS

20 maggio
h. 20 v.o. sott. ita

21 maggio
h. 15 e 20.45 

Biglietto:  € 6,50 

PAST LIVES

27 maggio
h. 20  v.o. sott. ita

28 maggio
h. 15 e 20.45 v.o. sott. ita

Biglietto:  € 6,50 

LA ZONA D’INTERESSE

DOVE

CENTRO ASTERIA

Via F. Carrara, 17.1 – Milano

ORARIO

lunedì h.20

martedì h. 15 e h. 20.45

HAI DELLE DOMANDE?

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@centroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Immaginate l’impossibile

Immaginate l'impossibile

Alice Milliat e le prime donne alle Olimpiadi

IMMAGINATE L’IMPOSSIBILE

Spettacolo di e con Sara Dho
Giovanni Tammaro luci-video

19 APRILE
ore 19.30

Biglietto intero: €15
Biglietto studenti: €12 (docenti accompagnatori gratuiti)
Biglietto gratuito per disabilità

 

Al termine dello spettacolo, a fronte di una piccola integrazione, sarà possibile fruire di un momento conviviale in compagnia dell’attrice e della produzione.

Trailer dello spettacolo

Sinossi

Siamo nel 1928, ad Amsterdam. Oggi è il 28 luglio e si celebra la cerimonia d’apertura della IX Olimpiade dei tempi moderni. Un’edizione che passerà alla storia: da oggi saranno ammesse a partecipare ai Giochi Olimpici anche le donne. L’atletica leggera, dai tempi in cui è nata in Grecia e fino a questa giornata, è stata sempre riservata unicamente agli uomini. Oggi, invece, in 5 discipline di atletica (100m piani, staffetta 4×100, 800m piani, salto in alto e lancio del disco) ci saranno delle sportive. Non esiste neppure un nome per definirle, perché la parola “atleta” finora è stata declinata solo al maschile. A chi si deve un tale sovvertimento dello sport, della lingua, del mondo? Ad Alice Milliat. Conosciuta anche come “la suffragetta dello sport”, praticava svariate discipline. Suo fu anche un altro primato importante per lo sport al femminile: è stata la prima dirigente sportiva donna al mondo.

Perché vederlo

Informazioni

  • SCUOLE: se si desidera partecipare allo spettacolo delle ore 19.30 invitiamo a seguire la stessa procedura prevista per gli eventi della mattina, chiamandoci al 028460919.
  • PRIVATI: chiunque desideri partecipare alla replica serale può acquistare i biglietti online o direttamente in biglietteria. In caso di acquisto sul posto, consigliamo la prenotazione scrivendo a prenotazioni@centroasteria.it

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@entroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Visita a Bergamo | Milano Arte

MILANO ARTE | VISITA GUIDATA A BERGAMO - CAPITALE DELLA CULTURA 2023

In questo appuntamento di MILANO ARTE visiteremo la cornice bergamasca de "il sugo di tutta la storia"

Milano Arte: la Milano di San Carlo

MILANO ARTE | VISITA GUIDATA ALLA CITTA’ DI BERGAMO

A cura dell’archeologo Lodovico Zana.

Bergamo è stata eletta città capitale della cultura 2023 e rappresenta il “sugo di tutta la storia”.

Bergamo gode, insieme a Mantova, della fama di città d’arte più eclatante della Lombardia. Ed effettivamente poche città italiane possiedono il fascino di “città alta”, centro storico di atmosfera medievale, arricchito da capolavori artistici di ogni epoca, tra i quali spicca lo straordinario gioiello della Cappella Colleoni. Nel Rinascimento vide, in seguito al soggiorno di Lorenzo Lotto, che qui lasciò i suoi più splendidi capolavori, una fiorentissima scuola pittorica, che ha in Moroni (nel secondo ‘500) e fra Galgario (nel primo ‘500) due dei più grandi ritrattisti di ogni epoca. E che dire della sua vocazione musicale? Donizetti docet.

Valido come formazione docenti e per crediti formativi studenti

Costo della visita € 60

Visita alla città di Bergamo, capitale della Cultura 2023

Domenica 14 aprile, per l’ultimo appuntamento di Milano Arte, ci immergeremo nella scoperta della città di Bergamo, capitale della Cultura 2023. Dai maestosi interni del Duomo alla suggestiva Santa Maria Maggiore, fino alle meraviglie della Cappella Colleoni, Bergamo ci attende con i suoi tesori. A pranzo, ci delizieremo con il panorama dalla Città Alta, prima di un pomeriggio dedicato alla meraviglia artistica della città!

 

PROGRAMMA

  • 8.15 Ritrovo al Centro Asteria in Pz. Francesco Carrara 17.1
  • 8.30 Partenza in Pullman
  • 9.30 arrivo a Bergamo e caffè
  • 9.40  Duomo
  • 10.30 Santa Maria Maggiore
  • 11.30 Cappella Colleoni e Piazza vecchia
  • 12.30 Pranzo in città alta insieme o in autonomia
  • 14.00 Accademia Carrara – opzionale
  • 15.00 Sant’Agostino dell’Università
  • 15.30 Sant’Alessandro della Croce
  • 16.00 San Bernardino
  • 16.30 Santo Spirito e San Bartolomeo
  • 17.30/18 ritorno e arrivo a Milano verso le 19.00

Il programma potrebbe subire qualche modifica di ordine di tappe

COSTI

Il costo a partecipante è di € 60

  • Nella quota di partecipazione è compreso il viaggio (andata e ritorno in pullman), la visita guidata di Lodovico Zana ai luoghi sopra menzionati, audioguide e gli ingressi ai luoghi menzionati nel programma
  • Non è compreso nella quota: il pranzo (se si desidera mangiare insieme al gruppo, si preveda una spesa tra i 25 e 30 euro a testa in una trattoria tipica)

Valido come formazione docenti e per crediti formativi studenti

HAI DELLE DOMANDE?

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@centroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

“A stasera”: la nuova rassegna di spettacoli serali

"La Banalità del Male" per il mese della Memoria

Una lezione spettacolo di e con Paola Bigatto: dopo 13 repliche sold-out, un appuntamento aperto al pubblico

Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria e il Centro Asteria vuole proporvi l’occasione di riflettere su ciò che è accaduto attraverso lo spettacolo teatrale “La Banalità del Male“, di e con Paola Bigatto, tratto dal saggio di “Hannah Arendt”.

La Banalità del male

LA BANALITÀ DEL MALE

Di e con Paola Bigatto, per approfondire il celebre saggio della filosofa tedesca, Hannah Arendt, dimostrando come il male spesso nasca dalla mancanza di idee e dall’inerzia del pensiero.

27 GENNAIO
ore 19.30

Biglietto intero: €15
Biglietto studenti: €12 (docenti accompagnatori gratuiti)
Biglietto gratuito per disabilità

Quella lontananza dalla realtà e quella mancanza di idee possono essere molto più pericolose di tutti gli istinti malvagi che forse sono innati nell’uomo.

Hannah Arendt

Lo spettacolo

La banalità del male

Sinossi

11 aprile 1961: a Gerusalemme inizia il processo a Otto Adolf Eichmann, il tenente colonnello delle SS che durante il nazismo si occupò dell’organizzazione logistica dello sterminio. Hannah Arendt segue le centoquattordici udienze come inviata del “The New Yorker”, e nel 1963 dà alle stampe La banalità del male, dove raccoglie e rielabora gli articoli scritti per la rivista.

L’attrice Paola Bigatto trasforma il saggio in una lezione, immaginando che Hannah Arendt, professoressa di filosofia politica all’università di Chicago nell’autunno del 1963, consegni ai suoi allievi i temi filosofici e le notizie storiche di cui è ricca La banalità del male, insieme ai temi etici che caratterizzano il testo: l’obbedienza come alibi di coloro che hanno di fatto appoggiato la scelta dello sterminio, la capacità di pensare come unico antidoto al male banale; la riflessione e la formazione di una coscienza etica amplificano la percezione della nostra libertà e della nostra possibilità di attuare il bene.

Biografia Paola Bigatto

Diplomata alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi e laureata in filosofia presso l’Università di Genova.

Ha lavorato con i principali registi per i più prestigiosi enti teatrali italiani, debuttando con Giancarlo Cobelli.

È attrice in una lunga serie di spettacoli diretti da Luca Ronconi, tra cui Gli ultimi giorni dell’umanità di K.Kraus; Il sogno di A.Strindberg, Quel che sapeva Maisie di H James. Ha recitato con il Teatro delle Albe di Ravenna in Sterminio di W.Schwab.

È allieva e collaboratrice della drammaturga Renata Molinari, con la quale ha realizzato Passi (CRT-ETI e Teatro di Roma), un percorso a piedi da Piacenza a Roma lungo la via Francigena.

Nel 2003 debutta in La banalità del male da Hannah Arendt, monologo ancora oggi in scena. Insegna dizione poetica e recitazione presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, presso L’Accademia teatrale Nico Pepe di Udine e la Scuola del Piccolo Teatro di Milano.

Informazioni

  • SCUOLE: se si desidera partecipare allo spettacolo delle ore 19.30 invitiamo a seguire la stessa procedura prevista per gli eventi della mattina, chiamandoci al 028460919.
  • PRIVATI: chiunque desideri partecipare alla replica serale può acquistare i biglietti online o direttamente in biglietteria. In caso di acquisto sul posto, consigliamo caldamente la prenotazione compilando il form che trovate di seguito oppure scrivendo a prenotazioni@centroasteria.it

Prenota qui il tuo posto

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@entroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Mostra gratuita “Il mio inferno. Dante profeta di speranza”

Mostra gratuita "Il mio Inferno.
Dante profeta di speranza"

Dal 17 al 27 marzo 2024 il Centro Asteria ospita la mostra multimediale illustrata da Gabriele Dell'Otto con commento di Franco Nembrini

IL MIO INFERNO. DANTE PROFETA DI SPERANZA
Illustrazioni di Gabriele Dell’Otto
Commento di Franco Nembrini

dal 17 al 27 marzo 2024 – Centro Asteria

in collaborazione con l’associazione Le 2 città

Presentazione della mostra
Domenica 17 marzo ore 17.30
con Giovanni Bresadola
docente di Storia contemporanea presso l’Università Iusve di Venezia

Incontro con il curatore della mostra Franco Nembrini
Sabato 23 marzo ore 11.00
Valido come formazione docenti

Accesso gratuito con prenotazione obbligatoria per entrambi gli eventi al numero  028460919

Non leggete Dante, lasciatevi leggere da lui

Alessandro D’Avenia

La mostra

INGRESSO LIBERO per singoli

Lunedì – domenica dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00

 

VISITE GUIDATE per gruppi e scuole dal 17 al 27 marzo ogni 30 minuti (max 25 persone)

Prenotazione obbligatoria al numero 028460919

 

VISITE GUIDATE per singoli

Prenotazione obbligatoria compilando il seguente modulo 

Tel. 028460919

Lun – ven |  10.30 – 13.30 ;  14.30 – 17.00

cultura@entroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Cinema per tutta la famiglia

Famiglie al Cinema

Film per tutte le età!

Scopri tutti gli appuntamenti del Cinema Famiglie del Centro Asteria!

Scopri i titoli dei film d’animazione di Famiglie al Cinema: l’appuntamento domenicale del Centro Asteria dedicato ai più piccoli!

FAMIGLIE AL CINEMA: I FILM DA GENNAIO A MARZO

10 marzo
h. 15 e 17.30

Biglietto:  € 6,50 ; € 5 (under 14)

WISH

 

10 marzo
h. 15 e 17.30

Biglietto:  € 6,50 | € 5 (under 14)

WONKA

DOVE

CENTRO ASTERIA

Via F. Carrara, 17.1 – Milano

ORARIO

domenica h. 15 e h. 17.30

HAI DELLE DOMANDE?

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@centroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Visita alle Gallerie d’Italia e al Giardino di casa Manzoni | Milano Arte

MILANO ARTE | VISITA GUIDATA ALLE GALLERIE D'ITALIA E AL GIARDINO DI CASA MANZONI

Il nuovo appuntamento di MILANO ARTE ci porta a un incontro ravvicinato con la quotidianità di Alessandro Manzoni: le Gallerie d'Italia e il giardino di Casa Manzoni

Milano Arte: la Milano di San Carlo

MILANO ARTE | VISITA GUIDATA ALLE GALLERIE D’ITALIA E AL GIARDINO DI CASA MANZONI

A cura dell’archeologo Lodovico Zana.

Un incontro ravvicinato con la quotidianità di Manzoni.
Le Gallerie d’Italia, situate nello stesso isolato comprendente Casa Manzoni, custodiscono una notevolissima collezione di dipinti realizzati durante il periodo in cui visse il nostro autore: essi forniscono una sorta di supporto iconografico a tutta la temperie culturale nella quale furono concepitiPromessi Sposi. Inoltre l’accesso al giardino di Casa Manzoni ci introduce alla grande passione, oltre alla letteratura, che don Lisander (è proprio il caso di dirlo…) coltivò per tutta la sua vita: la botanica!

La visita alle Gallerie d’Italia e al Giardino di Casa Manzoni, prevista per domenica 18 febbraio, è il quarto degli appuntamenti di Milano Arte che, in occasione dei 150 anni dalla scomparsa di Alessandro Manzoni, propone degli itinerari alla scoperta della città in cui ha vissuto e che ha reso immortale nelle pagine de I Promessi Sposi.

Valido come formazione docenti e per crediti formativi studenti

Ingresso € 12 per docenti e possessori Abbonamento Musei Lombardia.

Massimo 25 partecipanti

Prenotazioni entro lunedì 12 febbraio 2024

Nel caso di una numerosa partecipazione, sarà prevista una replica dell’evento.

Visita alle Gallerie d'Italia e al Giardino di casa Manzoni

Domenica 18 febbraio ci dedicheremo alla scoperta della quotidianità di Alessandro Manzoni. Visiteremo le Gallerie d’Italia, per scoprire il periodo in cui ha vissuto l’autore de I Promessi Sposi; in seguito, ci faremo conquistare dai tesori del giardino di Casa Manzoni.

PROGRAMMA

  • Ore 14.30: ritrovo in Piazza della Scala, 6 (fuori dall’ingresso delle Gallerie D’Italia)
  • Ore 15.00: inizio visita
  • Ore 17.30: termine visita

COSTI

Il costo a partecipante è di € 20

  • La quota di partecipazione include l’ingresso ai musei e la visita guidata con l’ausilio di audioguide
  • Massimo 25 partecipanti
  • Prenotazioni entro lunedì 12 febbraio 2024

Valido come formazione docenti e per crediti formativi studenti

Ingresso € 12 per docenti e possessori Abbonamento Musei Lombardia.

Nel caso di una numerosa partecipazione, sarà prevista una replica dell’evento.

HAI DELLE DOMANDE?

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@centroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

Banalità del Male

La banalità del male | Giornata della memoria

"La Banalità del Male" per il mese della Memoria

Una lezione spettacolo di e con Paola Bigatto: dopo 13 repliche sold-out, un appuntamento aperto al pubblico

Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria e il Centro Asteria vuole proporvi l’occasione di riflettere su ciò che è accaduto attraverso lo spettacolo teatrale “La Banalità del Male“, di e con Paola Bigatto, tratto dal saggio di “Hannah Arendt”.

La Banalità del male

LA BANALITÀ DEL MALE

Di e con Paola Bigatto, per approfondire il celebre saggio della filosofa tedesca, Hannah Arendt, dimostrando come il male spesso nasca dalla mancanza di idee e dall’inerzia del pensiero.

27 GENNAIO
ore 19.30

Biglietto intero: €15
Biglietto studenti: €12 (docenti accompagnatori gratuiti)
Biglietto gratuito per disabilità

Quella lontananza dalla realtà e quella mancanza di idee possono essere molto più pericolose di tutti gli istinti malvagi che forse sono innati nell’uomo.

Hannah Arendt

Lo spettacolo

La banalità del male

Sinossi

11 aprile 1961: a Gerusalemme inizia il processo a Otto Adolf Eichmann, il tenente colonnello delle SS che durante il nazismo si occupò dell’organizzazione logistica dello sterminio. Hannah Arendt segue le centoquattordici udienze come inviata del “The New Yorker”, e nel 1963 dà alle stampe La banalità del male, dove raccoglie e rielabora gli articoli scritti per la rivista.

L’attrice Paola Bigatto trasforma il saggio in una lezione, immaginando che Hannah Arendt, professoressa di filosofia politica all’università di Chicago nell’autunno del 1963, consegni ai suoi allievi i temi filosofici e le notizie storiche di cui è ricca La banalità del male, insieme ai temi etici che caratterizzano il testo: l’obbedienza come alibi di coloro che hanno di fatto appoggiato la scelta dello sterminio, la capacità di pensare come unico antidoto al male banale; la riflessione e la formazione di una coscienza etica amplificano la percezione della nostra libertà e della nostra possibilità di attuare il bene.

Biografia Paola Bigatto

Diplomata alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi e laureata in filosofia presso l’Università di Genova.

Ha lavorato con i principali registi per i più prestigiosi enti teatrali italiani, debuttando con Giancarlo Cobelli.

È attrice in una lunga serie di spettacoli diretti da Luca Ronconi, tra cui Gli ultimi giorni dell’umanità di K.Kraus; Il sogno di A.Strindberg, Quel che sapeva Maisie di H James. Ha recitato con il Teatro delle Albe di Ravenna in Sterminio di W.Schwab.

È allieva e collaboratrice della drammaturga Renata Molinari, con la quale ha realizzato Passi (CRT-ETI e Teatro di Roma), un percorso a piedi da Piacenza a Roma lungo la via Francigena.

Nel 2003 debutta in La banalità del male da Hannah Arendt, monologo ancora oggi in scena. Insegna dizione poetica e recitazione presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, presso L’Accademia teatrale Nico Pepe di Udine e la Scuola del Piccolo Teatro di Milano.

Informazioni

  • SCUOLE: se si desidera partecipare allo spettacolo delle ore 19.30 invitiamo a seguire la stessa procedura prevista per gli eventi della mattina, chiamandoci al 028460919.
  • PRIVATI: chiunque desideri partecipare alla replica serale può acquistare i biglietti online o direttamente in biglietteria. In caso di acquisto sul posto, consigliamo caldamente la prenotazione compilando il form che trovate di seguito oppure scrivendo a prenotazioni@centroasteria.it

Prenota qui il tuo posto

Tel. 028460919

Lun – ven | 9.00 – 18.00

cultura@entroasteria.it
prenotazioni@centroasteria.it

1 2 3 14