fbpx

Nuovi Sguardi | Residenze Artistiche

NUOVI SGUARDI-RESIDENZE ARTISTICHE

Bando di partecipazione ad un programma di residenza artistica,

secondo il genere Edudrama, per attori, registi under 35.

Il Centro Asteria, con il sostegno della Fondazione Cariplo

RESIDENZE ARTISTICHE: COSA SONO?

Per gli artisti, soprattutto per gli emergenti, è sempre più difficile trovare dei luoghi dove poter esprimere la propria creatività e dar vita alle proprie creazioni. Dalla difficoltà di trovare luoghi e tempi in cui poter esprimere la propria creatività e dar vita alle proprie creazioni in un contesto libero dalle pressioni del mercato e del sistema dell’arte e dell’intrattenimento, nasce l’idea di attivare contesti di scambi culturali che permettano agli artisti di potersi dedicare a tempo pieno al proprio lavoro in un luogo accogliente e che trasmetta la creatività, la positività e “l’energia” degli artisti residenti.

In quest’ottica nasce “Nuovi Sguardi“, un bando per 4 residenze artistiche nella città di Milano aperto a singoli attori/attrici under 35, o giovani compagnie formate, per almeno il 50%, da giovani under 35.

GLI OBIETTIVI

Attraverso “Nuovi Sguardi” si desidera affidare a giovani compagnie una rilettura attualizzata degli eventi del passato e/o una lettura critica del presente.

Gli spettacoli, nati da percorsi differenziati e integrati di produzione, formazione e programmazione avranno l’obiettivo di far conoscere e frequentare lo spazio e il linguaggio teatrale a fasce sempre più estese di spettatori, considerati non come meri consumatori, ma come i principali interlocutori del processo creativo.In particolare, si intende prediligere residenze per progetti che offrano uno “sguardo nuovo” rispetto ad alcune tematiche quali: scienza, letteratura/filosofia, educazione alla cittadinanza, storia e memoria, in linea con la progettualità del Centro Culturale Asteria (secondo quanto indicato nelle Linee guida per il genere Edudrama).

STRUTTURA DEL PROGETTO

Il percorso è articolato in due momenti di residenza artistica, finalizzati alla costruzione di uno spettacolo teatrale da mettere in scena nel mese di ottobre 2020.

Il luogo di svolgimento delle residenze sarà il CENTRO ASTERIA, dotato di tutti gli spazi e le attrezzature adeguate e necessarie.

Si sono individuati quattro macro-temi:

  • Donne e Scienza: per mettere in luce la scienza al femminile
  • I Classici a Teatro: per valorizzare i classici con una visione contemporanea
  • Teatro e Società: per portare in scena problematiche sociali e attivare percorsi di crescita per una cittadinanza attiva
  • Storia e Memoria: l’importanza della memoria per l’individuo e la comunità

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Per candidarsi al programma di residenza è necessario inviare la propria candidatura come singolo o gruppo/compagnia tramite un’e-mail all’indirizzo: cultura@centroasteria.it entro e non oltre il 30 gennaio 2020.

Nella e-mail dovranno essere presenti:

  • una lettera circa le motivazioni relative alla residenza artistica
  • un documento di identità valido per ogni partecipante al progetto
  • il curriculum vitae di ogni partecipante al progetto
  • la presentazione di un progetto drammaturgico (che tenga conto di quanto indicato nelle Linee guida per il genere Edudrama) con tematiche inerenti alle tematiche sopra indicate
  • l’indicazione dei giorni di residenza necessari (dalle 2 alle 4 settimane)

La domanda potrà anche essere anche inviata tramite posta raccomandata al seguente indirizzo:

Centro Asteria – Piazza Francesco Carrara 17.1 CAP 20141 MILANO

In questo caso saranno accettate le sole domande che perverranno entro la data di scadenza sopraindicata (farà fede la data di arrivo della raccomandata). Le domande che dovessero arrivare in data successiva, saranno automaticamente escluse dalla selezione.

Si ringrazia

Workshop cinema con Giovanni Covini

Workshop cinema

“SEI GRADI DI SEPARAZIONE”

 A cura di Giovanni Covini

Sei passi e sei film tra identità e appartenenza

Presentazione del corso di formazione

Può un film aiutarci a ragionare sui nostri conflitti e sulle nostre relazioni contraddittorie e incostanti? Portarci in quel luogo di noi nel quale le differenze divengono elemento di necessaria “distinzione” e non di “separazione”?
Le storie possono aiutarci a cogliere l’umanità che unisce al di là delle differenze?

Il percorso, in 6 analisi filmiche, rivolto a studenti e docenti, si propone i seguenti obiettivi:
• vivere un’esperienza formativa, compiendo un piccolo passo sulla difficile strada del riconoscimento e superamento del conflitto
• acquisire conoscenze e competenze nell’ambito del linguaggio cinematografico, spendibili anche dal punto di vista didattico

Si alterneranno momenti teorici e momenti di visione analitica di alcune sequenze cinematografiche.
Ad ogni incontro ci sarà un breve tempo aperto a domande e riflessioni.

 
Target: Appassionati. Docenti. Critici. Giovani Autori, Registi o Attori.
 
Competenze conferite: Conoscenza della basi profonde delle strutture narrative classiche. Acquisizione degli elementi fondanti della costruzione del personaggio. Capacità di analisi del dialogo e dello sviluppo drammatico di una scena e di tutta una storia.
 
Modalità: Lezione Frontale
Costo: € 90 / studenti € 60
Calendario:
Lunedì, ore 19.00 – 20.30
Febbraio: 3 – 10 – 17
Marzo: 2 – 9 – 16
Iscrizioni:
02 8460919

JOVAN DIVJAK: il generale che difese Sarajevo

JOVAN DIVJAK
IL GENERALE CHE DIFESE SARAJEVO

11 febbraio 2020

Secondarie di II grado

Incontro con

Jovan Divjak, generale iugoslavo di origine serba che ha combattuto a fianco dei bosniaci per difendere Sarajevo

Il racconto, intriso di storia e di umanità, dei giorni sanguinosi del conflitto nell’ex Jugoslavia, narrato da uno dei protagonisti, oggi impegnato a fianco delle giovani generazioni nel non facile presente della sua terra.

Jovan Divjak è un generale di origine serba, oggi si dichiara Bosniaco-Erzegovese.

Nato a Belgrado, è poi vissuto a Sarajevo come militare di carriera prima dell’aggressione alla Bosnia Erzegovina. Dopo la dissoluzione del sistema socialista in ex Jugoslavia ha raggiunto il grado di colonnello come membro della Difesa Territoriale.
A fianco dei Bosniaci ha combattuto per difendere Sarajevo e la Bosnia Erzegovina, quando i serbi bosniaci hanno attaccato la città, ma si è subito schierato a difesa dei diritti dei perseguitati contro ogni tentativo di discriminazione, a prescindere dalla fazione, dall’appartenenza etnica, religiosa e politica.
Oggi la sua Fondazione, L’istruzione costruisce la Bosnia Erzegovina, a favore dei bambini orfani di Sarajevo e Bosnia Erzegovina, e delle vittime della guerra di aggressione, protegge, senza distinzione di identità, tutti i ragazzi che hanno bisogno di aiuto. Essa offre loro, tramite l’istruzione e l’educazione, l’opportunità di diventare cittadini attivi per il cambiamento positivo del proprio paese perché, come ama ripetere sempre, “l’istruzione è l’arma più forte per cambiare il mondo”.

Nasce a Belgrado da genitori serbi di lontane origini bosniache. Il padre fu trasferito in Serbia dall’Esercito Jugoslavo. Attualmente Divjak vive a Sarajevo, città nella quale si è trasferito nel 1966.

 

Dal 1956 al 1959 frequentò l’Accademia Militare a Belgrado, per passare poi un anno a Parigi per frequentare l’École supérieure des officiers de réserve spécialistes d’état-major, dal 1969 al 1971 figura tra i Cadetti della Voena akademija di Belgrado.

Dopo diversi incarichi nella JNA, Divjak divenne Capo della Difesa Territoriale (Teritorijalna Obrana), guidando il relativo dipartimento di stanza a Mostar, durante il periodo 1984-1989. Nel periodo 1991-1992, Jovan Divjak venne giudicato dalla Corte Marziale per aver inviato 120 pezzi di armi leggere e 20.000 pallottole alla Difesa Territoriale di Kiseljak. Gli vennero inflitti 9 mesi di carcere, evitati lasciando la JNA.

Il giorno 8 aprile 1992, Divjak divenne vicecomandante della Difesa Territoriale della Bosnia ed Erzegovina. Un mese più tardi, supervisionò la difesa di Sarajevo da un attacco di maggiori dimensioni da parte della JNA.

Oggi è direttore esecutivo della associazione OGBH, Obrazovanje Gradi BiH (“L’istruzione costruisce la Bosnia”), fondata da lui stesso nel 1994. L’attività principale e gli obiettivi della associazione sono quelli immediatamente connessi all’aiuto degli orfani di guerra, dando loro denaro, oltre ad aiuto materiale e favorire l’aumento dell’istruzione in Bosnia ed Erzegovina, anche zone e alla popolazione più povere del Paese come le campagne, dando loro supporto finanziario e materiale

Video Archivio Jovan Divjak

Materiale didattico

Il materiale didattico è in via di ultimazione. Per info o dettagli contattare l’ufficio scolastico allo 028460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

Concerto di Natale: Luce dona alle menti

CONCERTO DI NATALE
“Luce dona alle menti”

Concerto di Natale benefico

Cantare la Natività dal Medioevo ai nostri giorni

EVOCA
Ensemble Vocale Cameristico

Direzione Artistica: Paola Grandini
Pianoforte: Julian Wolf
Solisti: 
Caroline Goodwin
Amy Barton
Katie Bilner
Cristian Pellegrini

14 dicembre – ore 21.00
presso la Parrocchia di Santa Maria Annunziata in Chiesa Rossa
Via Neera, 24 – Milano

Concerto Benefico di Natale

Il Centro Asteria e l’Istituto Cocchetti hanno il piacere di invitarvi al Concerto di NataleLuce dona alle menti” di EVOCA, Ensemble Vocale Cameristico, che si terrà il 14 dicembre presso la Parrocchia di Santa Maria Annunziata in Chiesa Rossa.

Il Concerto, oltre al piacere di accompagnare tutto il pubblico all’arrivo del Santo Natale, desidera proporsi come momento benefico: il ricavato dell’evento (a ingresso con offerta libera), sarà infatti devoluto all’Associazione Aldo Arienti.

· Gloria – A. Vivaldi
Gloria in excelsis Deo
Et in terra pax hominibus
Laudamus te
Domine Deus
Domine fili unigenite

· Magnificat – F. Durante
Magnificat

· Magnificat – J. S. Bach
Quia respexit
Quia fecit mihi magna

· Cantata n. 147 – J. S. Bach
Wohl mir, dass ich Jesum habe

· Oratorio di Natale – C. Saint-Saëns
Benedictus
Tollite hostias

· Adeste fideles – Arr. D. Willcocks

· Tua Bethlem dref
Melodia tradizionale gallese

· Astro del ciel / Stille Nacht
F. Gruber

· Ding Dong! Merrily on high
Melodia tradizionale francese

· A Ceremony of Carols – B. Britten
Wolcum Yole!
There is no Rose

· Carol of the bells – M. Leontovich

· Lully, lulla, lullay – Arr. P. Stopford

· Gaudete
Melodia medioevale inglese

· Maria durch ein’ Dornwald ging
Melodia tradizionale tedesca

· Laudate Dominum – V. Simmarano

Associazione Arienti

L’Associazione Aldo Arienti Amici C.O.O. Onlus si è costituita a Milano nel 1990 per volontà di alcuni ex pazienti e simpatizzanti, con lo scopo di sostenere l’attività del Reparto di Chirurgia Ortopedica Oncologica (C.O.O.) dell’Istituto Ortopedico Gaetano Pini di Milano.

La Missione: “L’Associazione persegue finalità di solidarietà sociale di appoggio ai pazienti affetti da tumori del sistema muscolo scheletrico (MST), soprattutto se in condizioni disagiate, attraverso la fornitura d’uso gratuita di ausili pro­tesici e di strumenti riabilitativi, ed il sup­porto per il confort dei pazienti durante la degenza.”

Scopri di più

EVOCA – Ensemble Vocale Cameristico

L’Ensemble Vocale Cameristico nasce per volontà di musicisti professionisti e amatori, uniti dalla passione per il canto. Con l’acronimo EVOCA, opera da diversi anni nell’ambito della produzione di musica classica, programmando ed organizzando non solo concerti, ma anche eventi nei quali convivono più espressioni artistiche. L’Ensemble è costituito da 15 elementi provenienti da otto Paesi diversi, il che ne evidenzia il carattere di internazionalità e di condivisione dei valori della multiculturalità. I componenti dell’ensemble hanno maturato la loro esperienza in varie formazioni corali nazionali ed internazionali e hanno collaborato attivamente per oltre venti anni con il Complesso Internazionale Cameristico diretto da Sylvia Rhys-Thomas, esibendosi in numerosi concerti nell’ambito di importanti eventi e stagioni musicali.

E’ gradita la prenotazione:

tel. 028460919
email: prenotazioni@centroasteria.it
Info e orari: https://www.centroasteria.it/contatti/

Prima Diffusa Teatro alla Scala – Tosca arriva al Centro Asteria

PRIMA DIFFUSA: TOSCA IN COLLEGAMENTO IN DIRETTA AL CENTRO ASTERIA

La proiezione sarà preceduta da una guida alla lettura dell’Opera a cura dello staff del Centro Asteria.

Prima diffusa Teatro alla Scala di Milano

7 DICEMBRE 2019
ORE 17.30

 

TOSCA di Giacomo Puccini

Durata spettacolo: 2 ore e 25 minuti incluso intervallo

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala
Direttore Riccardo Chailly
Regia Davide Livermore
Scene Giò Forma
Costumi Gianluca Falaschi
Luci Antonio Castro
Video d-Wok

Proiezione in diretta dell’opera Tosca

Tosca giunge al suo 119° compleanno e diventa protagonista della Prima Diffusa del Teatro alla Scala di Milano, diretta da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore. L’opera di Giacomo Puccini viene diffusa in giro per tutta Milano grazie a più di 50 eventi tra proiezioni, concerti, performance, reading, incontri e conferenze, coinvolgendo oltre 40 luoghi della cultura milanese e spazi cittadini simbolici presenti in tutti i 9 Municipi.

«Il legame tra il Teatro alla Scala e Milano si è costruito in 241 anni di storia ed è simboleggiato dalla corrispondenza della serata inaugurale della stagione con il giorno di Sant’Ambrogio, patrono della città», dichiara il sovrintendente del Teatro alla Scala Alexander Pereira: «da nove anni questo legame è ancora più forte grazie a Prima Diffusa, l’iniziativa unica al mondo il titolo inaugurale viene portato in tutta la città attraverso un ciclo di proiezioni e un calendario di eventi che coinvolgono tutti i quartieri».
«Tosca è dedicata a Paolo Grassi di cui ricorre il centenario della nascita», prosegue Pereira, «e la Prima Diffusa testimonia che l’impegno di Grassi a coinvolgere, educare ed entusiasmare i cittadini milanesi nella vita del loro teatro non è stato disatteso, come dimostra la volontà del maestro Chailly di partecipare personalmente a due incontri con il pubblico»

APPUNTAMENTO AL CENTRO ASTERIA

Per l’occasione, il Centro Asteria vi invita a partecipare alla proiezione in diretta dell’opera che si terrà presso la nostra sala. Sarà un’opportunità preziosa per vivere assieme un momento importante per la nostra città. Come sottolineato dall’Assessore alla Cultura del Comune di MilanoFilippo del Corno, la Prima Diffusa nasce  dal desiderio di avvicinare l’evento inaugurale della Stagione scaligera, da sempre considerato elitario, a tutta la cittadinanza milanese.
E’ dai luoghi della quotidianità, infatti,  che si desidera partire per poter giungere al pubblico più ampio, per diffondere la cultura musicale e mostrare che l’Opera è fruibile da tutti.

Per queste ragioni il Centro Asteria offrirà un breve momento di introduzione alla lettura dell’opera, condotto da esperti in materia.
L’approfondimento verterà sulla storia dell’Opera Tosca,  sulle scelte artistiche di Giacomo Puccini, sulle tematiche toccate nell’opera e i relativi collegamenti con l’attualità.

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI IN CITTA’!

La prima Diffusa, come ogni anno, prevede il coinvolgimento della città di Milano a 360°, con numerosi eventi culturali, mostre, concerti per approfondire l’opera Tosca.
Scopri tutti gli eventi in città qui: Prima Diffusa a Milano, tutti gli eventi per l’opera Tosca!

E’ gradita la prenotazione:

tel. 028460919
email: prenotazioni@centroasteria.it
Info e orari: https://www.centroasteria.it/contatti/

Claudio Imprudente “Libri come ponti. Da geranio a educatore”

CLAUDIO IMPRUDENTE PER LA PRIMA VOLTA A MILANO

3 DICEMBRE 2019
ORE 18.00-19.00

Incontro con
Claudio Imprudente, presidente onorario CDH-Accaparlante Bologna

Modera
Claudio Arrigoni, giornalista blog gli InVisibili Corriere della Sera
Parteciperanno
Francesca Frediani, La Grande Fabbrica delle Parole – Terre di Mezzo
Andrea Miotti, Consulta per le persone con disabilità Comune di Milano
Laura Ricchina, SBM-Sistema Bibliotecario Milano
Elvira Zaccagnino, edizioni la meridiana

In occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, martedì 3 dicembre 2019 alle ore 18, Claudio Imprudente presenterà il suo ultimo libro in occasione dell’evento “Libri come ponti. DA GERANIO A EDUCATORE e altre storie…”.

Claudio Imprudente, formatore, scrittore e giornalista, rappresenta uno dei pionieri del movimento delle persone con disabilità. Egli ha contribuito alla creazione in Italia, e non solo, di una “nuova cultura dell’handicap”. Insieme ai suoi collaboratori, negli anni ’90 ha fondato a Bologna l’Associazione Centro Documentazione Handicap e poi, nel 2004, la Cooperativa Accaparlante. In tale contesto è uscita la famosa rivista HP-Accaparlante, oggi in via di trasformazione in una collana delle edizioni la meridiana, e ha preso vita il Progetto Calamaio, che ha dato il via a oltre cinquemila incontri con bambini e ragazzi di scuole di ogni ordine e grado in Italia e all’estero. Nel 2011 gli è stata conferita dall’Alma Mater Studiorum Università di Bologna la Laurea honoris causa in Scienze della Formazione e della Cooperazione.

La presenza di Claudio Imprudente a Milano è un motivo di festa per tutti coloro che hanno a cuore ogni fragilità e che lavorano quotidianamente per promuovere una cultura della diversità intesa come ricchezza e per costruire percorsi di reale inclusione sociale e di solidarietà.

 

PROGRAMMA

Alle ore 14.30 Claudio incontrerà le classi delle scuole dell’infanzia ed elementari della città, cimentatesi nella lettura della sua fiaba Re 33 e i suoi 33 bottoni d’oro (edizioni la meridiana, 1994). Un racconto e dei protagonisti già noti ai piccoli milanesi, grazie al lavoro svolto a scuola e alla lettura ad alta voce accessibile a cura di Storie Per Tutti, ospitata, lo scorso 15 novembre, presso gli spazi della Biblioteca Chiesa Rossa nell’ambito di Bookcity.

A seguire, alle ore 18, Claudio Imprudente presenterà il suo ultimo libro Da Geranio a Educatore (Erickson, 2018) in occasione del convegno “Libri come ponti. DA GERANIO A EDUCATORE e altre storie …”. Al convegno, moderato da Claudio Arrigoni, giornalista del blog InVisibili del Corriere della Sera, insieme a Claudio Imprudente, porteranno un contributo Francesca Frediani, responsabile della Grande Fabbrica delle Parole-Terre di Mezzo, Andrea Miotti, presidente del Gruppo L’Impronta e membro della Consulta cittadina per le persone disabili, Laura Ricchina, responsabile della Biblioteca Chiesa Rossa del Sistema Bibliotecario Milano e – venendo dalla Puglia – Elvira Zaccagnino, direttrice di edizioni la meridiana.

Libri come ponti: letti, raccontati ma anche scambiati e regalati

La Fondazione Pio Istituto dei Sordi consegnerà al Sistema Bibliotecario Milano un “pacchetto-dono” di libri editi da Erickson sul tema della sordità; la stessa casa editrice trentina lascerà alcune copie di Da geranio a educatore, ugualmente edizioni la meridiana contribuirà con Re 33 e i suoi 33 bottoni d’oro.

Tra i partecipanti, anche Terre di mezzo Editore-La Grande Fabbrica delle Parole con il proprio “pacchetto-dono” di libri-ponti per le scuole, sempre per favorire una società in cui gli stili di vita siano più sostenibili e inclusivi.
Presso il Centro Asteria, sarà presente il banchetto di LibriSottoCasa di Luca Santini, con “libri-ponte” per grandi e piccoli, che aiutano ad affrontare i temi legati alle differenze e all’inclusività.

Non solo libri: mostra Il Cervello Accessibile

Ad accompagnare l’evento, infine, la mostra “Il Cervello Accessibile” di CRIBA ER-Cerpa Italia presso il Centro Asteria e la Biblioteca Chiesa Rossa dal 20 novembre al 6 dicembre, per favorire l’accrescimento della consapevolezza del valore delle persone con disabilità.

Oltre che una forte esperienza di crescita personale, incontrare Claudio Imprudente e i suoi compagni di viaggio può rappresentare un’importante occasione ad alta valenza formativa.

All’incontro sono quindi invitati a partecipare i cittadini tutti e in modo particolare insegnanti, educatori e giornalisti.

La partecipazione all’iniziativa è riconosciuta valida come formazione docenti MIUR.

E’ gradita la prenotazione:

tel. 028460919
email: prenotazioni@centroasteria.it

SGUARDI SUL MONDO – EVENTI PER LE SCUOLE

SGUARDI SUL MONDO

Per conoscere e comprendere la contemporaneità

Con il titolo “Sguardi sul Mondo” desideriamo suggerire alle scuole e ai docenti un percorso tematico volto a esplorare e ad analizzare l’Uomo nella sua totalità: nella relazione con gli altri esseri umani e  altri esseri viventi, con la dimensione spirituale dell’esistenza.

Con questa attenzione, gli eventi che qui proponiamo permetteranno agli studenti di indagare i temi della globalizzazione, della multiculturalità e  della multireligiosità, favorendo l’apertura all’ascolto e alla comprensione di sé e del mondo che ci circonda.

ENCICLICA LAUDATO SI’

Incontro con

Daniela Padoan, scrittrice
Don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità

Tag: dialogo, globalizzazione, sostenibilità, ambiente, sostenibilità

STAY TUNED AND LISTEN TO ME!

Tavola rotonda con
Emanuele Fiano, ex consigliere delle Comunità Ebraiche Italiane
Chiara Ferrero, presidente dell’Interreligious Studies Academy
Enrico Bertoni, direttore del Museo Interreligioso di Bertinoro

Tag: dialogo interreligioso, ascolto, globalizzazione

Non c'è vita senza sostenibilità - le ragioni dei giovani

NON C’È VITA SENZA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA E SOCIALE –

Le ragioni dei giovani di oggi

Incontro con Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze sociali
Cofondatore e Presidente del Comitato scientifico della Scuola di Economia Civile

Tag: economia sostenibile, società, resilienza

Migrante Economico. Una fuorviante categoria

“MIGRANTE ECONOMICO” UNA FUORVIANTE CATEGORIA

Guerre economiche, clima, sfruttamento ambientale

Tavola rotonda con
Mario Agostinelli, Emilio Molinari, Guido Viale

Tag: ambiente, clima, sviluppo sostenibile, migranti

Europa casa comune da costruire insieme

EUROPA CASA COMUNE DA COSTRUIRE INSIEME

Tavola rotonda con
Patrizia Toia l’Onorevole Europarlamentare
Daniela Mainini Avvocato e Presidente del Centro Studi Grande Milano
Gabriele Albertini già Sindaco di Milano ed Europarlamentare

Tag: Unione Europea, cittadinanza europea, collaborazione tra i popoli

CONCERTI ED EVENTI CHITARRA | FESTIVAL CORDE D’AUTUNNO

X FESTIVAL CORDE D’AUTUNNO
Chitarra classica

8/10 NOVEMBRE

Un Weekend dedicato alla chitarra classica a Milano

Con la direzione artistica di Marco Ramelli e Gabriele Lodi

Festival chitarra classica

Il Festival Corde d’Autunno giunge alla sua decima edizione e festeggia questo traguardo con una programmazione artistica che vedrà protagonisti artisti di fama mondiale.

Dopo la sua presenza a Cremona Musica, a novembre il Festival Corde d’Autunno torna a Milano e prevede un weekend interamente dedicato alla musica classica in tutte le sue sfaccettature, con un doppio omaggio a due importanti figure musicali inglesi: il chitarrista Julian Bream e il liutaio David Rubio.

X FESTIVAL CORDE D’AUTUNNO

Al Centro Asteria  la decima edizione con Mostre, Concerti-evento, Ospiti internazionali, Masterclass e Lecture

Concerti evento chitarra classica:

  • Stefano Grondona – 8 novembre h. 20.30
  • Laura Snowden – 9 novembre h. 18.30
  • Paul Galbraith – 10 novembre h. 18.30

Johann Jakob Froberger (1616 – 1667)
Tombeau pour Monsieur de Blancheroche
Domenico Scarlatti (1687 – 1757)
Sonata in d minor K213
Toru Takemitsu (1930 – 1996)
All in twilight (four pieces for guitar)
***********
Enrique Granados (1867 – 1916)
Dedicatoria
La Maja de Goya
Danza española no. 5
Hans Werner Henze (1926 – 2012)
Drei tentos

**********

Benjamin Britten (1913 – 1976)
Nocturnal after John Dowland, op. 70
I.Musingly (Meditativo) II.Very agitated (Molto agitato) III.Restless (Inquieto) IV.Uneasy (Ansioso) V.March-like
(Quasi una Marcia) VI.Dreaming (Sognante) VII.Gently rocking (Cullante)
VIII.Passacaglia (measured) (misurato ) IX.Slow and quiet (Molto tranquillo)
Isaac Albéniz (1860 – 1909)
Oriental – Torre bermeja

BIGLIETTO: €15

Fernando Sor (1778-1839)
Introduction and Variations on a theme by Mozart op. 9
Laura Snowden (b. 1989)
Anpao
Heitor Villa Lobos (1887 -1959)
Five Preludes
Laura Snowden (b.1989)
L’étoile et la Rose
Agustín Barrios (1885-1944)
Vals op 8 no. 4

Concerto in collaborazione con Rome Expo Guitars

Dopo il concerto verranno comunicati i vicitori della categoria D del II Corde d’Autunno Guitar Competition

BIGLIETTO: €10

Johann Sebastian Bach (1685, 1750)
Prelude, Fugue, Allegro BWV 998 in Eb (trans.D)
Robert Schumann (1810, 1856)
Three pieces from op.68
Franz Joseph Haydn (1732, 1809)
Sonata Hob.XVI #31 in E
Moderato, Allegretto, Finale
Alexander Scriabin (1871- 1915)
Six preludes from Op.11/16
Isaac Albeniz (1860-1909)
Cataluna & Sevilla from Suite Espanola

chitarra: David Rubio

BIGLIETTO €15

SYMPOSIUM
Lecture Chitarra Classica

I concerti-evento saranno arricchiti da un Symposium mattutino sullo stato attuale della musica per chitarra classica, con letture, interventi e riflessioni.

I protagonisti: Lucio Carbone, Paul Galbraith, Stefano Grondona, Gary Southwell, James Westbrook e Fabio Zanon.

9:30 – Relatore: Lucio Carbone
Titolo: Presentation of the historical exhibition dedicated to Rubio
9:45 – Relatore: Marco Ramelli
Titolo: New perspective on Roberto Gerhard’s guitar music
10:15 – Relatore: Gary Southwell
Titolo: Julian Bream and the Hauser Guitar
11:15 – coffee break
11:45 – Relatore: Stefano Grondona & Paul Galbraith
Titolo: The collaboration with David Rubio: the experience of two great guitarists

9:30 – Relatore: Pietro Locatto
Titolo: Presentation of the new album: Moreno Torroba – Sonata Fantasia and the early guitar works
10:00 – Relatore: Gabriele Lodi
Titolo: TouchTheSound – Rubio
Live performance on the guitar in exhibiton
10:30 – Relatore: James Westbrook
Titolo: David ‘Jose’ Rubio (1934–2000)
11:15 Coffee Break
11:30 – Lecture Recital: Fabio Zanon
Titolo: Bream’s repertoire
Music by: Berkeley, Eastwood and Martin

Educazione Civica nuove normative 2019

EDUCAZIONE CIVICA 2019-2020: eventi per scuole

PERCORSO DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA

In queste ultime settimane il Ministero dell’Istruzione ha aperto la strada per l’introduzione su base nazionale dell’insegnamento di Educazione Civica in tutte le scuole del primo e secondo ciclo di istruzione, a partire dall’anno scolastico 2020/21, bocciando la proposta di un avvio per quest’anno in via sperimentale.

Per rispondere alla richiesta di percorsi di preparazione adeguati alle esigenze ministeriali, per docenti e studenti, il Centro Asteria, propone per la stagione 2019-20 di “Vita che racconta la vita”, incontri con personalità di spicco, conferenze e spettacoli teatrali su tematiche riguardanti  l’educazione alla cittadinanza : la sfida della globalizzazione, il diritto al lavoro, la legalità e il contrasto alle mafie, la conoscenza della Costituzione italiana, delle istituzioni nazionali e dell’Unione Europea, l‘economia sostenibile, la cura dell’ambiente, la multiculturalità e la salvaguardia dei diritti umani.

Costituzione e Cittadinanza

COSTITUZIONE E CITTADINANZA DAGLI ANTICHI AD OGGI

Incontro con
Roberto Mordacci, professore di Filosofia Morale
Giuseppe Girgenti, professore di Storia della Filosofia Antica
Università Vita-Salute San Raffaele

Tag: costituzione, cittadinanza, città, occidente

Giustizia e riconciliazione

GIUSTIZIA E RICONCILIAZIONE

Incontro con
Franco Bonisoli, ex brigatista
Giorgio Bazzega figlio del poliziotto Sergio ucciso dalle BR
Manlio Milani presidente Ass. Familiari dei Caduti di Piazza Loggia
Guido Bertagna promotore di giustizia riparativa

Tag: giustizia riparativa, anni di piombo, perdono

TUTTO QUELLO CHE VOLEVO – storia di una sentenza

Spettacolo teatrale di e con Cinzia Spanò
Regia di Roberto Recchia
Cortometraggio di Paolo Turro

Tag: dignità, donna, giustizia

Gli uomini passano, le idee restano. Maria Falcone

GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE RESTANO – L’eredità di mio fratello Giovanni

Incontro con
Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso
Padre Bartolomeo Sorge, ex direttore di Civiltà cattolica
modera Lucilla Andreucci uff. Presidenza Libera

Tag: mafia, giustizia, legalità, impegno civile

Migrante Economico. Una fuorviante categoria

“MIGRANTE ECONOMICO” UNA FUORVIANTE CATEGORIA

Guerre economiche, clima, sfruttamento ambientale

Tavola rotonda con
Mario Agostinelli, Emilio Molinari, Guido Viale

Tag: ambiente, clima, sviluppo sostenibile, migranti

Camillo Olivetti - Alle radici di un sogno

CAMILLO OLIVETTI – alle radici di un sogno

Spettacolo teatrale con Laura Curino
regia di Gabriele Vacis
Presentazione di Luca Fantacci, docente dell’Università Bocconi

Tag: dignità del lavoro, economia sostenibile, realizzazione, innovazione

Qualunque cosa succeda - Ambrosoli

QUALUNQUE COSA SUCCEDA

Giorgio Ambrosoli raccontato attraverso le parole del figlio Umberto

Incontro con
Umberto Ambrosoli e Daniela Mainini

Tag: bene comune, integrità, impegno civico e sociale

Europa casa comune da costruire insieme

EUROPA CASA COMUNE DA COSTRUIRE INSIEME

Tavola rotonda con
Patrizia Toia l’Onorevole Europarlamentare
Daniela Mainini Avvocato e Presidente del Centro Studi Grande Milano
Gabriele Albertini già Sindaco di Milano ed Europarlamentare

Tag: Unione Europea, cittadinanza europea, collaborazione tra i popoli

Non c'è vita senza sostenibilità - le ragioni dei giovani

NON C’E’ VITA SENZA SOSTENIBILITA’ ECONOMICA E SOCIALE –

Le ragioni dei giovani di oggi

Incontro con Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze sociali
Cofondatore e Presidente del Comitato scientifico della Scuola di Economia Civile

Tag: economia sostenibile, società, resilienza

STAGIONE CULTURALE PER LE SCUOLE SUPERIORI 19-20

VITA CHE RACCONTA LA VITA
Proposte per la scuola secondaria di II grado

Presentazione progetto culturale 2019-20

 

Le onde, i marosi cosa ci raccontano del mare? Della sua bellezza, della sconfinata estensione, dell’invincibile forza? E della vita nascosta negli abissi chi ce ne può parlare?
Forse chi affronta le profondità e supera le barriere dell’insondabile.

Dell’universo stellare, degli equilibri nel vuoto, della paura e del rischio in orbita, chi ci può raccontare?
Chi ha affrontato lo spazio con grande coraggio e senza misurare le fatiche.

Degli errori umani, della crudeltà, delle oppressioni, emarginazioni, genocidi e gulag, forse nessuno quanto chi è passato sotto lo svilimento delle torture e del disprezzo feroce?
E il generarsi di una vita nuova nell’angoscioso dramma di aver sbagliato tutto o quasi nelle proprie scelte?
E c’è anche chi può raccontarci la forza interiore di rischiare tanto, tantissimo, tutto per salvare la vita di qualcuno; per servire umilmente e fedelmente, per testimoniare, costi quel che costi, la grandezza della dignità umana, la forza del bene, la libertà dell’amore anche nelle notti più oscure della famiglia, della storia e della civiltà.

Ascolta e non dire. “Sono realtà tutte passate o, se attuali, stanno finendo …”.

No, ascolta con calma. La vita che racconta la Vita non ti parla solo del passato e nemmeno solo del presente.

È stato scritto di un grande maestro come è Mario Luzi: “se ci sono moltissime persone legate alla sua opera, non è tanto per un passato, ma piuttosto è proprio per quanto di futuro quest’opera ci sta indicando” (D. Rondoni). Così si può forse dire per ogni maestro di vita.
Ascolta e rifletti, con calma, perché non sempre le ultime notizie e nemmeno le ultime scoperte rivelano maggiormente il mistero: a volte sembrano oscurarlo, abbagliandoci, particolarmente sul tema della felicità.

Per quanto i media tentino di confonderci, la vera felicità non sta nel molto avere, o nel molto potere, nemmeno se sei molto amato, ma se sai veramente amare.
Anche la vita la comprenderai sempre più, quanto più imparerai ad amare con amore libero e vero.

 

La Direzione del Centro Asteria

 

In anteprima il progetto culturale 2019-2020 CLICCARE QUI

1 2 3 11
X