fbpx
Scatti d'Atleta

Festival Scatti d'Atleta

Tre nuove produzioni teatrali debuttano al Festival Scatti d'Atleta

Con il Festival Scatti d’Atleta ripercorriamo la lunga corsa delle donne verso il traguardo dell’inclusione, della parità, dell’accoglienza nello sport, non solo da un punto di vista sportivo, ma anche da quello teatrale.

Scatti d'Atleta - I talenti delle donne

Festival Scatti d’Atleta
13, 25&26 maggio

A maggio arriva il Festival Scatti d’Atleta, il festival teatrale che porta in scena nostre nuove produzioni create per raccontare la vita di tre atlete che si sono distinte per il loro impegno a favore dei diritti umani e civili.

Il debutto degli spettacoli si terrà presso il nostro teatro, con possibilità di partecipare in presenza, ma anche in diretta streaming (per la matinée).

Il Festival Scatti d’Atleta si propone come momento conclusivo di un percorso iniziato lo scorso 21 ottobre con le scuole secondarie di II grado di tutta Italia, in cui le drammaturgie sono state presentate a oltre 6 mila studenti.

LE TRE STORIE PROTAGONISTE DEL FESTIVAL SCATTI D'ATLETA 2022

Due “Scatti d’Atleta” per ricordare che nessun traguardo è possibile se non si dà a tutti la possibilità di slancio dopo il “VIA”:

da Alice Milliat, promotrice dei primi Giochi Olimpici Femminili nel 1922, a Věra Čásvlaská, ginnasta esclusa dal mondo sportivo per aver manifestato il suo dissenso nei confronti del governo sovietico, fino a Samia Yusuf Omar, atleta annegata nel Mar Mediterraneo tentando la fuga in Occidente (spettacolo che andrà in scena in autunno). 

Le tre storie sono state studiate, analizzate e raccontate da tre giovani drammaturghe: Sara Dho, Lisa Capaccioli e Chiara Tessiore (spettacolo rimandato a data da definirsi).

COSA RACCONTANO QUESTI SCATTI D'ATLETA?

Sono storie di donne, atlete professioniste che hanno conquistato un posto nella storia dello sport. Persone caparbie, che hanno imposto il loro pensiero prendendo una posizione impopolare, consapevoli di mettere a rischio la propria professione. Ma sono anche mamme, figlie, sorelle che hanno deciso di smettere di seguire le regole di un gioco scorretto.

INFO PER PARTECIPARE

Gli spettacoli andranno in scena con doppia replica: una matinée alle ore 10.00 e una serale alle ore 19.30. Le matinée sono disponibili anche in diretta Streaming, mentre le repliche serali prevedono un brindisi di benvenuto compreso nel prezzo e la possibilità di fermarsi a cenare con gli attori e le registe post spettacolo.

BIGLIETTI SERALI
Biglietto intero €10
Biglietto ridotto €8 (studenti)
Biglietto convenzionati € 5 (all’ingresso sarà richiesto di mostrare il coupon ricevuto)

BIGLIETTI MATINÉE
In presenza: €8 a studente, docenti gratuiti
In streaming: €2 a studente, docenti gratuiti

GLI SPETTACOLI

Alice Milliat

IMMAGINATE L'IMPOSSIBILE

ALICE MILLIAT
e le prime donne alle Olimpiadi

13 maggio 2022
Ore 10 e 19.30
Spettacolo di e con Sara Dho

Amsterdam, 28 luglio 1928, Cerimonia d’apertura delle Olimpiadi. Oggi per la prima volta, le donne potranno partecipare ai Giochi Olimpici gareggiando in 5 discipline di atletica.

A chi si deve un tale sovvertimento dello sport, della lingua, del mondo? Ad Alice Milliat, prima manager sportiva donna al mondo, sola in mezzo a uomini. Il 28 luglio 1928, Alice Milliat si prepara a sedere al tavolo coi membri di giuria dei Giochi Olimpici. La tensione è alta, Alice è in balia di sentimenti contrastanti.
C’è però qualcuno che le è rimasto sempre a fianco e con cui lei si confronta nei momenti delicati: il marito defunto, Joseph Milliat.

Ripercorrendo con lui la sua vita e le tappe che, dalla Belle Époque della Grande Esposizione Universale di Parigi 1900 ai Ruggenti anni ’20, l’hanno condotta fin qui alle Olimpiadi di Amsterdam, Alice troverà la chiave per affrontare questa giornata destinata a lasciare un segno negli anni a venire.

Vera+Caslavska+Disney+ABC+Television+Group+iTvaq34bY06l

PrimaVera

Storia della Libellula boema: Věra Čásvlaská

25 maggio 2022 | ore 19.30
26 maggio 2022 | ore 10
Spettacolo di Lisa Capaccioli con Silvia Giulia Mendola ed Emilia Scatigno

Praga, 1978. Una giovane ginnasta entra nello spogliatoio di una palestra piangendo. Lì, a consolarla, una donna delle pulizie.
Cosa può preoccupare tanto la giovane atleta? Il timore di non riuscire a partecipare alle Olimpiadi.
Parlando, la donna inizia a raccontare la storia di una grandissima ginnasta, ormai dimenticata da tutti: Věra Čáslavská. Più la donna racconta, più la giovane atleta chiede, lasciandosi appassionare dalla storia di una donna che lottò per il diritto alla libertà nel suo paese, anche a costo di mettere a rischio la sua carriera sportiva.

La ragazza trova nel coraggio della “Libellula boema”, così era chiamata Vera, la forza di non mollare e continuare ad allenarsi.
Ma come mai la donna delle pulizie conosce così bene questa storia? Qual è il suo nome?

COME PRENOTARE

Per le partecipazioni alle matinée è necessario scrivere a prenotazioni@centroasteria.it o contattarci telefonicamente al n. 028460919.

Per le partecipazioni agli spettacoli serali acquista i biglietti compilando il form qui sotto.

COME PRENOTARE

Per le partecipazioni alle matinée è necessario scrivere a prenotazioni@centroasteria.it o contattarci telefonicamente al n. 028460919.

Per le partecipazioni agli spettacoli serali acquista i biglietti compilando il form qui sotto.

HAI DOMANDE?

X
X