fbpx

IL CORAGGIO DI DIRE NO.
La storia di Giorgio Perlasca

11-12-13 dicembre 2019

Spettacolo teatrale di e con Alessandro Albertin
Introduce e modera il dibattito Andrea Bienati, docente di Storia e Didattica della Shoah

Un italiano che di fronte alle sofferenze degli ebrei ungheresi seppe fare la scelta giusta.
Budapest, 1944. Giorgio Perlasca è ricercato dalle SS. La sua colpa è quella di non aver aderito alla Repubblica di Salò.

In una tasca della sua giacca c’è una lettera firmata dal generale spagnolo Francisco Franco che lo invita, in caso di bisogno, a presentarsi presso una qualunque ambasciata spagnola.
In pochi minuti diventa Jorge Perlasca e si mette al servizio dell’ambasciatore Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei possibile. Quando quest’ultimo è costretto a lasciare Budapest, Perlasca assume indebitamente il ruolo di ambasciatore di Spagna.
In soli 45 giorni, sfruttando straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, evita la morte ad almeno 5.200 persone.
Giorgio Perlasca è un emblema universale di solidarietà e ricerca del bene comune.
Un Giusto la cui vicenda va conosciuta e trasmessa alle giovani generazioni.

Evento realizzato con il sostegno di:

“La Fondazione di Comunità Milano onlus sostiene con convinzione questa importante iniziativa che fa parte del progetto “Vita che racconta la vita”. Il tema della partecipazione attiva e della cittadinanza è di grande attualità e valore sociale e interpreta appieno la missione della nostra Fondazione di Comunità che si propone come piattaforma di partecipazione e di prossimità̀ ai bisogni della comunità, che promuove la cultura della solidarietà̀ e indirizza il proprio intervento verso i progetti che, oltre a rispondere all’emergenza sociale, possano agire per il bene collettivo e contribuire a migliorare la società̀ nel suo insieme.” www.fondazionecomunitamilano.org.

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

X
X