fbpx

TO BE – Spettacolo sul cyberbullismo

TO BE

27 marzo 2020

Compagnia teatrale: Febo Teatro
Testo e Regia: Claudia Bellemo
con Claudia Bellemo, Katiuscia Bonato, Matteo Fresch

Alessandro è disperato perché i compagni lo bullizzano, Maddalena non lo degna di uno sguardo e i suoi non lo capiscono. L’unica consolazione pare TO BE, una app con la quale è possibile fare anonimamente domande di ogni tipo, su di sé e sugli altri, e ottenere delle risposte altrettanto anonime.

Una mattina Alessandro si ritrova nel bagno della scuola furioso e frustrato: i compagni gli hanno imbrattato la giacca nuova.
Lì incontra Ornella, la bidella, acuta e premurosa, che pur non capendo l’attaccamento di Alessandro all’app, lo accompagna in un percorso che porterà entrambi a fare una scelta importante per la propria vita.
Uno spettacolo di formazione che parla del problematico connubio fra bullismo e tecnologia, ponendo però l’accento sul dialogo tra generazioni, sulla conoscenza di sé e sulla possibilità che ogni ragazzo ha di scegliere.

Materiale didattico

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

IL CORAGGIO DI DIRE NO – SPETTACOLO SU GIORGIO PERLASCA

IL CORAGGIO DI DIRE NO.
La storia di Giorgio Perlasca

12 dicembre 2019

Spettacolo teatrale di e con Alessandro Albertin
Introduce e modera il dibattito Andrea Bienati, docente di Storia e Didattica della Shoah

Un italiano che di fronte alle sofferenze degli ebrei ungheresi seppe fare la scelta giusta.
Budapest, 1944. Giorgio Perlasca è ricercato dalle SS. La sua colpa è quella di non aver aderito alla Repubblica di Salò.

In una tasca della sua giacca c’è una lettera firmata dal generale spagnolo Francisco Franco che lo invita, in caso di bisogno, a presentarsi presso una qualunque ambasciata spagnola.
In pochi minuti diventa Jorge Perlasca e si mette al servizio dell’ambasciatore Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei possibile. Quando quest’ultimo è costretto a lasciare Budapest, Perlasca assume indebitamente il ruolo di ambasciatore di Spagna.
In soli 45 giorni, sfruttando straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, evita la morte ad almeno 5.200 persone.
Giorgio Perlasca è un emblema universale di solidarietà e ricerca del bene comune.
Un Giusto la cui vicenda va conosciuta e trasmessa alle giovani generazioni.

Materiale didattico

Il materiale didattico del corrente evento è in via di ultimazione. Per informazioni o richieste, contattateci al 02.8460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

EDUCAZIONE CIVICA 2019-2020: eventi per scuole medie

PERCORSO DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA

In queste ultime settimane il Ministero dell’Istruzione ha dato avvio, già a partire dall’anno scolastico 2019/20, ad una sperimentazione su base nazionale dell’insegnamento di Educazione Civica in tutte le scuole del primo e secondo ciclo di istruzione.

Il Centro Asteria, da sempre attento alla formazione delle nuove generazioni e alle esigenze didattiche dei docenti, propone per la stagione 2019-20 di “Vita che racconta la vita”, incontri con personalità di spicco, conferenze e spettacoli teatrali su tematiche riguardanti  l’educazione alla cittadinanza : la sfida della globalizzazione, il diritto al lavoro, la legalità e il contrasto alle mafie, la conoscenza della Costituzione italiana, delle istituzioni nazionali e dell’Unione Europea, l‘economia sostenibile, la cura dell’ambiente, la multiculturalità e la salvaguardia dei diritti umani.

IL CORAGGIO DI DIRE NO
La storia di Giorgio Perlasca

Spettacolo teatrale di e con Alessandro Albertin
Introduce e modera il dibattito Andrea Bienati

Tag: storia, memoria, cittadinanza attiva

Gli uomini passano, le idee restano. Maria Falcone

GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE RESTANO – L’eredità di mio fratello Giovanni

Incontro con
Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso
Padre Bartolomeo Sorge, ex direttore di Civiltà cattolica
modera Lucilla Andreucci uff. Presidenza Libera

Tag: mafia, giustizia, legalità, impegno civile

TO BE
Dialogo tra generazioni – cyberbullismo

Compagnia teatrale Febo Teatro

Tag: cyberbullismo, identità, scelta, dialogo tra generazioni

EARTH – UN GIORNO STRAORDINARIO

EARTH
Un giorno straordinario

12 novembre 2019

Introduce e modera il dibattito Giancarlo Zappoli

Un giorno straordinario, un viaggio stupefacente che rivela l’eccezionale potenza della natura.
Nel corso di una sola giornata, seguiamo il percorso del sole dalle montagne più alte alle isole più remote, dalle giungle esotiche a quelle urbane.

I sorprendenti progressi nella tecnologia delle riprese vi faranno conoscere da vicino un cast di personaggi incredibili: un cucciolo di zebra che cerca disperatamente di attraversare un fiume in piena, un pinguino che sfida eroicamente la morte per sfamare la sua famiglia, un branco di capodogli a cui piace sonnecchiare in posizione verticale e un bradipo in cerca d’amore.
Narrata con umorismo, intimità, emozione e superlative riprese cinematografiche, Earth-Un giorno straordinario è un’affascinante avventura sul grande schermo che mostra in modo spettacolare drammi e meraviglie che mai avreste potuto immaginare!
Un viaggio lungo un giorno per conoscere e amare il nostro pianeta, la casa che condividiamo con milioni di meravigliosi esseri.

Materiale didattico

Il materiale didattico del corrente evento è in via di ultimazione. Per informazioni o richieste, contattateci al 02.8460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

STORIA DI GIULIA E DELLA SUA GOCCIA

STORIA DI GIULIA E DELLA SUA GOCCIA.
Ognuno ha in mano le sorti del mondo

24 aprile 2020

di e con Alberto Nicolino
Soud design e luci Giovanni Tammaro

Nella periferia di una città che si affaccia sul mare tutto sta morendo: piante, uccelli e ogni forma di vita sono ricoperti da liquami nauseabondi. Creature mostruose stanno precipitando il quartiere in un vortice di spavento, ma gli adulti sono distratti, non si accorgono di nulla.

Ogni cosa sembra essere perduta, quando un gruppo di ragazzini prende in mano la situazione: Giulia e i suoi compagni di classe dovranno superare prove molto difficili. Cosa ha detto il falco dalla voce umana a proposito degli spiriti delle acque? Chi conosce l’origine delle cose? Chi ne custodisce il segreto?

Giulia è una ragazzina come tutte le altre, e come tutte e tutti noi ha paure, fragilità, limiti.
Non è un supereroe.
Eppure proprio lei viene scelta per il compito più delicato che si possa immaginare: proteggere la fonte della vita.

Se fallirà il mondo avrà fine. Giulia è la prescelta perché ciascuno di noi lo è. Dobbiamo solo accettare di esserlo, e di accogliere su di noi la responsabilità di ciò che accade. Da quel momento potremmo sviluppare dei superpoteri: essere gli unici a vedere ciò che altri non vedono, esattamente come accade a Giulia. Di fronte alle enormi sfide ambientali non è facile avere o dare risposte, ciò che è certo è che anche dalle azioni di ciascuno di noi dipende il destino di ogni cosa.

Materiale didattico

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

EDUCAZIONE CIVICA 2019-2020: educazione ambientale per scuole

PERCORSO AMBIENTALE

L’inserimento di Educazione Civica come materia curricolare, in via sperimentale per l’anno 2019-2020, prevede l’approfondimento di numerosi argomenti di carattere socio-culturale. Tra i tanti, particolare attenzione viene data all’Educazione Ambientale, in riferimento all’Agenda 2030 e ai 17 punti previsti al suo interno per favorire lo sviluppo sostenibile. Per questo il Centro Asteria propone, oltre a quelli da sempre presenti in cartellone, nuovi eventi di rilevante attualità.
Reportage Chernobyl

REPORTAGE CHERNOBYL
L’atomo e la vanga. La scienza e la terra.

Spettacolo teatrale
regia Simona Gonella – con Roberta Biagiarelli
partecipazione straordinaria in video di Roberto Herlitzka
Presentazione di Mario Agostinelli ricercatore presso CCR di Ispra, presidente dell’Associazione Energia Felice (ARCI) 

Tag: ambiente, uso dell’energia, diritti umani, scienza e terra

STORIA DI GIULIA E DELLA SUA GOCCIA
Ognuno ha in mano le sorti del mondo

di e con Alberto Nicolino

Tag: ambiente, responsabilità, amicizia

EARTH
Un giorno straordinario

Proiezione del film di
Richard Dale, Peter Webber e Fan Lixin 
introduce e modera Giancarlo Zappoli

Tag: ambiente, biodiversità, avventura

ENCICLICA LAUDATO SI’ – Un documento rivoluzionario

L’ENCICLICA LAUDATO SI’ 

UN DOCUMENTO RIVOLUZIONARIO PER CREDENTI E NON CREDENTI

29 gennaio 2020

regia Simona Gonella – con Roberta Biagiarelli
partecipazione straordinaria in video di Roberto Herlitzka
Presentazione di Mario Agostinelli ricercatore presso CCR di Ispra,
presidente dell’Associazione Energia Felice (ARCI)

L’uomo e la natura al centro dei modelli di produzione, della politica, delle piccole azioni quotidiane. Un incontro per cogliere in tutta la sua forza e attualità il concetto di “ecologia integrale”, cuore dell’enciclica di Papa Bergoglio

Con l’Enciclica Laudato si’ Papa Francesco ha introdotto un cambio di paradigma teologico.
La centralità non è più assegnata all’uomo in quanto tale, ma alle creature, a tutto ciò che vive: esseri umani, animali, piante, ecosistemi.
In che modo l’enciclica modifica la nostra nozione di etica? Cosa cambia se guardiamo all’essere umano – uomo e donna – non più come al padrone della Terra, ma come al custode della Casa comune?
Portando a compimento la predicazione francescana, il Papa propone una riflessione che investe i cardini filosofici della nostra civiltà.
Dopo aver denunciato le conseguenze catastrofiche dell’attuale sistema economico-finanziario, fondato sulla cultura dello scarto e sulla diseguaglianza, l’enciclica indica come orizzonte la giustizia sociale, ambientale e climatica, la cura del vivente, il diritto alla bellezza, la mitezza dei linguaggi.

Materiale didattico

Il materiale didattico del corrente evento è in via di ultimazione. Per informazioni o richieste, contattateci al 02.8460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

REPORTAGE CHERNOBYL – L’atomo e la vanga. La scienza e la terra

REPORTAGE CHERNOBYL

L’atomo e la vanga. La scienza e la terra.

29 gennaio 2020

regia Simona Gonella – con Roberta Biagiarelli
partecipazione straordinaria in video di Roberto Herlitzka
Presentazione di Mario Agostinelli ricercatore presso CCR di Ispra,
presidente dell’Associazione Energia Felice (ARCI)

“Più mi addentravo nella storia di Chernobyl, più mi rendevo conto che quello che stavo annotando sul mio notes non era né il presente né il passato, ma il futuro” (Svetlana Aleksievic)

Reportage Chernobyl

La notte del 26 aprile 1986 all’una, ventitré minuti, cinquantotto secondi, vi fu la prima di una serie di esplosioni che distrussero il reattore ed il fabbricato della quarta unità della centrale elettronucleare di Chernobyl. In pochi minuti l’incidente, frutto di un tragico errore umano, si trasformò nel più grande disastro tecnologico del XX secolo.
La nube radioattiva che fuoriuscì provocò immediatamente la pesante contaminazione di un’area ancora oggi quasi del tutto disabitata (Chernobyl Exclusion Zone). Poi, spinta dai venti, la nube viaggiò in Europa e arrivò a sfiorare la costa orientale degli Stati Uniti.
Chernobyl è una perfetta metafora del mondo che ci circonda, del rapporto spesso perverso che abbiamo con la tecnologia, della disinformazione di cui siamo vittime rispetto ai grandi disastri ambientali, del rapporto bulimico che stringe le società occidentali in rapporto all’uso dell’energia.

Ne consumiamo sempre di più, per il soddisfacimento di quelli che riteniamo essere i nostri bisogni inalienabili, trascurando spesso l’impatto che questi hanno sullo stato di salute del pianeta. Ma Chernobyl è soprattutto la lucida realtà del rapporto antico tra l’uomo e la scienza o, per dirla con le parole di uno dei testimoni della tragedia: tra l’atomo e la vanga.

Materiale didattico

Il materiale didattico del corrente evento è in via di ultimazione. Per informazioni o richieste, contattateci al 02.8460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

EDUCAZIONE CIVICA 2019-2020: eventi per l’educazione ambientale

PERCORSO AMBIENTALE

L’inserimento di Educazione Civica come materia curricolare, in via sperimentale per l’anno 2019-2020, prevede l’approfondimento di numerosi argomenti di carattere socio-culturale. Tra i tanti, particolare attenzione viene data all’Educazione Ambientale, in riferimento all’Agenda 2030 e ai 17 punti previsti al suo interno per favorire lo sviluppo sostenibile. Per questo il Centro Asteria propone, oltre a quelli da sempre presenti in cartellone, nuovi eventi di rilevante attualità.
Reportage Chernobyl

REPORTAGE CHERNOBYL
L’atomo e la vanga. La scienza e la terra.

Spettacolo teatrale
regia Simona Gonella – con Roberta Biagiarelli
partecipazione straordinaria in video di Roberto Herlitzka
Presentazione di Mario Agostinelli ricercatore presso CCR di Ispra, presidente dell’Associazione Energia Felice (ARCI) 

Tag: ambiente, uso dell’energia, diritti umani, scienza e terra

L’ENCICLICA LAUDATO SI’
Un documento rivoluzionario per credenti e non credenti

Incontro con
Don Virginio Colmegna, presidente della Casa della Carità
Introduzione Daniela Padoan, scrittrice

Tag: ambiente, creazione, ecologia integrale, enciclica

L’EREDITA’ DI GIOVANNI FALCONE – GLI UOMINI PASSANO LE IDEE RESTANO

GLI UOMINI PASSANO, LE IDEE RESTANO

L’EREDITA’ DI MIO FRATELLO GIOVANNI FALCONE

Incontro con
Maria Falcone sorella del magistrato ucciso
Padre Bartolomeo Sorge ex direttore di Civiltà cattolica
modera Lucilla Andreucci uff. Presidenza Libera

La figura del magistrato, ucciso barbaramente dalla mafia, rivive nelle parole e nei ricordi della sorella Maria, affinché il messaggio di giustizia e legalità, da lui testimoniato fino al sacrificio della vita, continui a raggiungere il cuore dei giovani.

Gli uomini passano, le idee restano. Maria Falcone

Sono passati più di venticinque anni da quando il 23 maggio 1992, alle 17.58, Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e agli agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifano vennero assassinati sull’autostrada che conduce dall’aeroporto di Punta Raisi (Falcone e Borsellino) a Palermo.

Un episodio che ha lasciato un segno nelle coscienze civili non solo italiane e che ha determinato, insieme al successivo attentato di via D’Amelio all’amico Paolo Borsellino, un cambiamento di atteggiamento dello Stato nella lotta contro la mafia.

Maria Falcone, sorella del magistrato, da tanti anni è impegnata con la Fondazione Falcone nel portare testimonianza nelle scuole e nella società civile. A chi le chiede quale sia il messaggio che il sacrificio del fratello lascia ai giovani, risponde:

“I ragazzi hanno bisogno di modelli. Giovanni ha dato il massimo impegno nel suo lavoro senza mai cercare tornaconti personali, ma impegnandosi per il miglioramento della società. I ragazzi oggi hanno più che mai bisogno di esempi postivi che esaltino i valori a cui Giovanni era molto legato, quali la libertà e la democrazia”.

Materiale didattico

Il materiale didattico del corrente evento è in via di ultimazione. Per informazioni o richieste, contattateci al 02.8460919

Prenotazione

Ufficio Scuole
tel. 028460919
lun – ven 9.30/12.30 – 13.30/16.30

1 2 3
X